Realtime blog trackingRealtime Web Statistics Ipocolesterolemizzanti naturali: ecco cosa è il Riso Rosso Fermentato
Cefalunews

Ipocolesterolemizzanti naturali: ecco cosa è il Riso Rosso Fermentato

Ultimamente si è discusso su come abbassare i livelli di colesterolo in maniera naturale attraverso un’alimentazione corretta ed uno stile di vita sano e attivo.

Riprendendo alcuni studi effettuati nel lontano 1980 dal ricercatore giapponese Endo, si scoprì che alcuni funghi producevano nel loro metabolismo sostanze secondarie che, una volta purificate, portavano alla scoperta di tre molecole, la Lovastatina, la Simvstatina e la Pravastatina, principi attivi che a tutt’oggi sono utilizzati e venduti sotto forma di farmaci soggetti a prescrizione medica.

In quest’ultimo periodo è stata posto all’attenzione dei clinici un altro derivato naturale, la Monacolina K ottenuta da fermentazione del Riso Rosso (Monascus purpureus), un composto naturale in grado di mantenere i normali livelli di colesterolo nel nostro corpo.

Monacolina K da Riso Rosso Fermentato, a cosa serve

La Monacolina K sembrerebbe condividere con le prima menzionate statine farmaceutiche il medesimo meccanismo d’azione, ossia il blocco parziale dell’enzima chiave per la produzione endogena del colesterolo (HMG-CoA reduttasi). In pratica, questi composti ottenuti dalla fermentazione del riso rosso per azione del lievito Monascus Purpureus, possiede struttura molecolare simile alla lovostatina, sostanza precorritrice dell’intera classe di farmaci a base di statine. Numerosi studi clinici eseguiti sul riso rosso fermentato hanno rimarcato un’evidente diminuizione della colesterolemia, nello specifico del colesterolo LDL con incrementi invece di quello HDL. L’efficacia di questo estratto è quindi di rilevante interesse dato che, a differenza di altri ingredienti, le ditte produttrici possono riportarne gli effetti positivi in termini di “mantenimento dei normali livelli ematici di colesterolo”, sulle etichette dei loro supplementi contenenti riso rosso fermentato, il tutto sempre nell’ambito di una dieta variata e di uno stile di vita sano.

Integratori di Riso Rosso Fermentato, quando e come assumerli

Ricordando sempre che si tratta di un estratto naturale che non possiede alcuna attività terapeutica, l’assunzione di prodotti contenenti riso rosso fermentato titolato in Monacolina K e altre sostanze ipocolesterolimizzanti può rivelarsi utile ma deve essere effettuata solo dopo aver consultato il proprio medico.

Le autorità internazionali hanno stabilito un dosaggio massimo di 10mg di monacolina K al giorno, un quantitativo che è presente in circa 350mg di riso rosso fermentato. Non bisogna però mai eccedere nel quantitativo d’assunzione, in quanto, in alcuni casi isolati, sono stati riscontrati effetti collaterali epatici e renali.

Ulteriori accorgimenti riguardano la titolazione degli ingredienti riportati in etichetta nutrizionale nonchè la ditta produttrice del prodotto, che deve essere autorizzata dal Ministero della Salute e meglio ancora possedere il certificato GMP (Good Manufacturing Practice). A tal proposito vogliamo segnalare l’integratore Phenokol Farmaenergy prodotto dalla ditta Biosalts srl, una delle poche realtà italiane ad apporre tale certificazione su ogni confezione commercializzata.