Realtime blog trackingRealtime Web Statistics Pasta e melanzane fanno bene o male al diabete? Rispondono gli esperti
Cefalunews

Pasta e melanzane fanno bene o male al diabete? Rispondono gli esperti

Pasta e melanzane fanno bene o male al diabete? E’ una ricetta consigliata dal sito https://www.diabetes.org.uk. Buoni i valori nutrizionali riportati dallo stesso sito per questa ricetta. Una porzione di 444 grammi di questa pasta contiene 11,2 grammi di grassi, 9,9 grammi di zuccheri e 0,10 grammi di sale. Per questo la pasta con le melanzane è consigliata al diabetico. Per due perone occorrono 1 melanzana piccola (circa 250 g) tritata, 6 zucchine per bambini, dimezzate in senso longitudinale, 1 spicchio d’aglio, affettato, 1 peperoncino tritato finemente (facoltativo), 1 cucchiaino di olio d’oliva, 1 cucchiaio di aceto balsamico, 200 g di forme di pasta secca, 1 cucchiaio di pinoli tostati, 2 cucchiai di ricotta e una manciata di basilico fresco, strappato. Preriscaldare il forno a 200°. Mettere la melanzana, le zucchine, l’aglio e il peperoncino (se utilizzato) in una pirofila da forno. Condire con olio e aceto e cuocere per 30-40 minuti fino a quando le verdure sono tenere e iniziano a carbonizzare. Nel frattempo, cuocere la pasta. Scolare. Passare la pasta con i pinoli e la ricotta. Cospargere con il basilico e servire.

Le melanzane fanno bene al diabete? Il National Diabetes Education Program of NIH (Istituto per la Salute), la Mayo Clinic e l’American Diabetes Association raccomandano il consumo alimentare di melanzane nella gestione del diabete di tipo 2. Gli studiosi sostengono, infatti, che il merito di tutto questo è nell’alto contenuto di fibre che si trovano nelle melanzane. Inoltre ad apportare questi benefici sono anche i carboidrati poco solubili che si trovano nella melanzana. A tutto questo si aggiungono alcuni studi che mirano a dimostrare l’efficacia della melanzana nel ridurre il colesterolo, oltre alle sue proprietà antiossidanti, analgesiche e antipiretiche (le foglie), e spasmogeniche. Secondo alcuni bere “acqua di melanzana” (l’infusione di pezzi del frutto) potrebbe ridurre la pressione arteriosa, attraverso un meccanismo farmacologico che sembrerebbe simile a quello di alcuni farmaci anti-ipertensiv: gli ACE-inibitori.

Quali sono le proprietà nutritive della pasta con le melanzane? La pasta con le melanzane è un piatto che contiene in sé alcuni degli elementi principali della cucina mediterranea: la pasta, naturalmente, ma anche il pomodoro, la ricotta, il basilico e l’olio extravergine di oliva sono certamente ingredienti-cardine della nostra dieta tradizionale. Le melanzane, in particolare, sono un ortaggio ricco di tanti benefici. Possiedono grandi proprietà anti-ossidanti e fanno bene al sistema cardiovascolare. Le melanzane sono ricche di fibre che favoriscono una buona digestione e un metabolismo sano. Contengono anche molti sali minerali che rafforzano le nostre ossa: potassio, rame, magnesio, manganese. La pasta con le melanzane è un vero e proprio pasto completo, vista la diversità e la ricchezza degli ingredienti che la compongono. Può essere consumata tranquillamente anche dagli amanti della cucina vegetariana. La pasta con le melanzane ha un “Questo piatto nella sua semplicità ha un “peso” calorico da non sottovalutare. I 523 kcal. a porzione sono date in gran parte da carboidrati (55% circa) e lipidi (30% circa). Contiene infatti 80,4 grammi di carboidrati. Per questo non è adatta ai regimi dietetici se non in una versione light che utilizza melanzane stufate. Nonostante tutto questo la pasta con le melanzane si può inserire di tanto in tanto nell’alimentazione riducendo la qualità di pasta a 70-80g e avendo anche l’accortezza di scolare molto bene le melanzane dall’olio e limitando la quantità di ricotta usata sul finale ad un cucchiaio. Un consiglio è per gli sportivi. Non consumarla in prossimità di una competizione sportiva.