Realtime blog trackingRealtime Web Statistics Quale pistacchio fa bene? Risponde la medicina
Cefalunews

Quale pistacchio fa bene? Risponde la medicina

Quale pistacchio fa bene? Il pistacchio viene venduto sia sgusciato che pelato, spesso tostato e salato o col guscio. Un buon pistacchio deve essere biologico. In genere il pistacchio viene spesso tostato e salat. Ecco perché in molti non conoscono il suo gusto naturale. A tutto questo è da aggiungere che, una volta arrostito, il pistacchio perde gran parte dei suoi princìpi nutrivi. Per questo è importante acquistare il pistacchio sgusciato Bio che non ha ancora subito alcuna tostatura e salatura. Solo così si potrà avere il sapore intenso e cremoso del pistacchio con i suoi salutari princìpi attivi. Il pistacchio sgusciato crudo è molto diverso da quello che si trova comunemente in commercio. Non contengono tostatura, sale aggiunto e altri additivi.

Perché mangiare il pistacchio da sgusciare? Alcuni studi hanno evidenziato che dopo avere mangiato il pistacchio si prova un maggiore senso di sazietà. Questo senso di sazietà arriva ed è maggiore dopo il consumo di pistacchi da sgusciare, rispetto a quelli già sgusciati. Secondo gli autori della ricerca, infatti, l’atto di sgusciare il pistacchio avrebbe rallentato il momento del pasto e il segnale visivo dei gusci vuoti può aver funzionato da “allarme” per limitarne il consumo. Attenzione, però, bisogna prestare attenzione a non mangiare il pistacchio tostato e salato. Troppo sale, infatti, fa male alla salute e non sempre quello che viene utilizzato per il pistacchio fa bene alla salute.

Come spellare il pistacchio per eliminare il sale? E’ difficilissimo trovare i pistacchi pelati. Ecco perché è importante sapere come fare per spellarli e togliervi quanto più sale. Per sgusciare i pistacchi ci vuole solo un po’ di pazienza. Scaldare un pentolino d’acqua e buttarvi i pistacchi. Farli bollire per un minuto, quindi spegnere e lasciarli a mollo per altri 5-10 minuti. A questo punto si può togliere facilmente la pellicina con le mani. Attenzione, però, a non scottarsi. In questo modo si potrà anche eliminare il sale, completamente o quasi. Lasciare raffreddare i pistacchi. A questo punto, per chiudere, si possono utilizzare e mangiare.

Quali sono i benefici del pistacchio? Grazie al contenuto di fitosteroli, e di grassi monoinsaturi e polinsaturi, il pistacchio è in grado di ridurre i livelli di colesterolo cattivo nel sangue diminuendo di conseguenza il rischio di malattie cardiovascolari. Il pistacchio protegge il cuore e la vista. La luteina e la zeaxantina sono carotenoidi contenuti nel pistacchio che proteggono gli occhi e prevengono l’insorgenza di problemi visivi. Il pistacchio mantiene in salute il sistema nervoso per l’elevato contenuto di vitamina B6 che è essenziale per alcune funzioni del sistema nervoso. I grassi saturi del pistacchio sono ideali per chi ha pelle secca.

Il pistacchio fa bene alle donne in gravidanza? Il pistacchio sgusciato contiene volati che sono vitamine del gruppo B, importantissime per le donne in gravidanza. Sono essenziali nella sintesi di molecole come il DNA, l’RNA e le proteine. Una carenza di folati nell’organismo può portare all’anemia che a sua volta, nel caso di donne incinte, può generare malformazioni fetali. Il pistacchio non deve mancare nelle ricette di una futura mamma perché sono un ottimo alleato e lo sono anche nella fase di allattamento al seno quando il fabbisogno di folati aumenta ancora di più. Il pistacchio contiene magnesio, potassio, tiamina e rame.