Realtime blog trackingRealtime Web Statistics Cosa succede a chi mangia miele crudo. Risponde la medicina
Cefalunews

Cosa succede a chi mangia miele crudo. Risponde la medicina

Cosa succede a chi mangia miele crudo? Le persone hanno usato miele crudo nella medicina tradizionale per secoli. Il miele crudo, infatti, contiene elementi salutari che il miele trattato non ha perché proviene direttamente dall’alveare, contiene polline d’api sano, propoli dell’ape e molti antiossidanti. La ricerca scientifica non ha confermato che il miele crudo abbia più benefici per la salute rispetto al miele normale, ma alcune persone credono che la lavorazione e la pastorizzazione che subisce regolarmente il miele diminuisca molti degli elementi benefici. Ecco perché c’è chi ritiene che il miele crudo offre più benefici per la salute rispetto al miele normale. Il miele crudo è rinomato per le sue proprietà antibiotiche, è profondamente terapeutico, antisettico, antivirali, antifungini, e antitumorali.

Perché mangiare il miele crudo? Il miele crudo fa bene alla nostra salute perchè gran parte dei componenti del miele buoni per la nostra salute vengono purtroppo eliminati dopo il processo di pastorizzazione e dai trattamenti termici. Attenzione perché anche il miele crudo non pastorizzato perde gran parte dei suoi principali componenti dopo una prolungata esposizione alla luce e o alle fonti di calore durante il ciclo di produzione, conservazione e vendita al dettaglio. Diversi studi hanno dimostrato che il consumo abituale di miele crudo migliora e controlla il livello di zuccheri nel sangue e quindi risulta anche un buon ingrediente soprattutto per i diabetici. Ovviamente va consumato con moderazione.

Il miele crudo è sicuro per la salute? Sia il miele crudo che quello raffinato possono contenere piccole quantità di un batterio noto come Clostridium botulinum. Questo batterio può causare il botulismo che è una rara e grave forma di intossicazione alimentare. Il miele è sicuro per la maggior parte delle persone di età superiore ai 12 mesi. I bambini non dovrebbero mangiare alcun tipo di miele, compreso quello pastorizzato. Il tratto digestivo di un bambino, infatti, non si è ancora sviluppato abbastanza per combattere i batteri. In rari casi, le persone che hanno una grave allergia ai pollini presentano reazioni al miele crudo, dunque dovrebbero evitarlo.

Come riconoscere il miele crudo? L’aspetto del miele può aiutarci a riconoscere se si tratta o meno di miele crudo. Il miele raffinato è molto chiaro e limpido, mentre il miele crudo tende ad avere una miscela di colori e un aspetto torbido o cremoso. Il miele crudo, inoltre, può cristallizzarsi più rapidamente del miele comune. La cristallizzazione è un processo naturale che “solidifica” il miele se non è stato pastorizzato, quindi la cristallizzazione è sicuramente un indice della genuinità del miele. Per essere sicuri di acquistare miele crudo, nell’etichetta dobbiamo cercare e trovare la dicitura “miele non sottoposto a trattamenti termici”.

Cosa contiene il miele crudo? Poiché la pastorizzazione espone il miele alle alte temperature, può distruggere in parte le proprietà naturali del miele. Non esiste uno studio scientifico importante che confronti i due tipi di miele e che confermi che il miele crudo sia più nutriente di quello raffinato. Alcuni studi dicono che il miele non raffinato offre offrire dei benefici in più per la salute. Tutto questo perché nel miele crudo sono presenti il polline, la propoli che è sostanza resinosa che aiuta a tenere insieme l’alveare, alcune vitamine e alcuni sali minerali, degli enzimi, alcuni aminoacidi e delle sostanze antiossidanti.