Realtime blog trackingRealtime Web Statistics I latticini fanno ingrassare? Ecco la classifica per quantità di calorie
Cefalunews

I latticini fanno ingrassare? Ecco la classifica per quantità di calorie

I latticini fanno ingrassare? In tanti credono che i lattici fanno ingrassare. Non si sa esattamente da cosa nasce questo pensiero ma ciò che è sicuro è che si tratta sicuramente di una diceria. Ad oggi, infatti, non esiste nessuno studio che abbia mai provato la correlazione tra l’assunzione di latticini e l’aumento di peso. Al contrario invece esistono degli studi che documentano i benefici che si possono trarre dal consumo costante di latte e prodotti derivati dal latte come formaggi e yogurt. Il latte è alla base di tutti i latticini, ed è un alimento ricco di sostanze nutritive e tra i più completi che l’uomo possa assumere. L’apporto energetico è di sole 64 kcal per 100 grammi di latte intero.

Qual è il latticino che apporta il minor numero di calorie? In testa alla classifica c’è la ricotta che apporta 157 calorie ogni 100 grammi di prodotto. Soffice e bianca la ricotta è un latticino antico e di grande pregio, un prodotto tipico italiano alla base di piatti e ricette amatissimi.La ricotta possiede notevoli proprietà nutrizionali: pochi grassi, pochi zuccheri e tante proteine di qualità. La ricotta è il latticino caratterizzato da un più ridotto contenuto di grassi. La ricotta di pecora ha un contenuto di grassi più elevato, che può andare dai 12 ai 25 grammi per 100 grammi di prodotto. La ricotta vaccina ne apporta 8 grammi.

Qual è la classifica dei latticini con il minor numero di calorie? Se in testa alla classifica troviamo la ricotta ali secondo posto abbiamo la fonduta con 229 calorie ogni cento grammi di prodotto. A seguire troviamo feta (264), mozzarella e camembert (300), limburger (327), sottilmente, brie e scamorza (334), tilsit (340), provolone (351), gorgonzola (353), esami (357), caprino (364), monterey (373), emmental (380), pecorino, cheshire e parmigiano (387), fontina (389), grana (392), cheddar (403), gruviera (413), caciocavallo (439). Il caciocavallo, quindi, è tra i formaggi con il più alto valore energetico. Per questo è sconsigliato a quanti hanno problemi con il colesterolo e il peso.

Quali sono i benefici dei latticini? I latticini apportano nutrienti essenziali che l’organismo umano non è  in grado di sintetizzare e debbono quindi essere assunti solo dagli alimenti. Nel latte, infatti, i nutrienti sono biodisponibili, cioè il nostro organismo riesce ad assimilarli bene e in quantità tali da contribuire parecchio ai fabbisogni giornalieri di grandi e piccini. I latticini apportano le proteine ad alto valore biologico perché composte da aminoacidi che hanno funzioni essenziali per la crescita e il rinnovamento delle cellule, presenti in percentuali notevoli rispetto ad altri alimenti di origine animale; nel mondo vegetale sono rarissime e in quantità esigue.

Quali vitamine apportano i latticini? Nei latticini sono presenti le vitamine del gruppo B, in particolare la B12. Si tratta di vitamine essenziali per le molte proprietà e benefici che apportano alla salute, ma anche per il corretto funzionamento del sistema nervoso oltre che per la loro azione sulla formazione dei globuli rossi. I latticini apportano anche la vitamina A che interviene sulla acutezza visiva, l’accrescimento e altre moltissime funzioni ed è anche un potente antiossidante. Inoltre la vitamina D presente nei latticini è una vitamina rara negli alimenti che mangiamo ma molto importante per molte funzioni compresa la formazione delle ossa.