Realtime blog trackingRealtime Web Statistics Cosa succede a chi mangia il riso tutti i giorni? Ecco l'incredibile risposta
Cefalunews

Cosa succede a chi mangia il riso tutti i giorni? Ecco l’incredibile risposta

Cosa succede a chi mangia il riso tutti i giorni? Il riso è un alimento rinfrescante che nello stesso tempo rinfresca. Le sue proteine verdi sono povere di tossine e prive di glutine. Ecco perché il riso può essere consumato da chi soffre di intolleranza al glutine ma anche da chi è affetto da alcune malattie renali. Mangiare riso tutti i giorni aiuta chi soffre di malattie cardiache. Come in tutte le cose, però, bisogna stare attenti. Mangiare riso tutti i giorni, infatti, va bene, sempre su consiglio medico, solo se perfettamente integrato in una dieta alimentare. Per la sua alta digeribilità, infine, il riso non affatica lo stomaco ed è quindi l’alimento ideale per chi teme la sonnolenza dopo il pasto.

Quali cibi si possono mangiare tutti i giorni? Il consiglio è di mangiare cavoli e cavolfiori tutti i giorni soprattutto quando è il periodo di loro produzione. Cavoli e cavolfiori, infatti, sono tra gli ortaggi più nutrienti del mondo. La famiglia dei cavoli, in generale, possiede ed offre importanti proprietà antinfiammatorie. E’ bene sapere che proprio l’infiammazione è la causa principale di malattie come artrite, patologie cardiache e autoimmuni, che possono essere legate anche ad un’alimentazione scorretta. Ecco perché è consigliato, sempre senza esagerare, mangiare cavoli e cavolfiori tutti i giorni. I cavoli si dovrebbero considerare fondamentale per la propria alimentazione, per via della ricchezza e varietà delle loro proprietà.

Quali cibi non avrebbero mangiati tutti i giorni? La carne rossa non va mangiata tutti i giorni. Diversi studi scientifici hanno evidenziato come un consumo eccessivo di carne rossa, soprattutto insaccati, carne in scatola e salumi, può aumentare il rischio di sviluppare alcuni tumori. Ecco perché gli esperti consigliano di mangiare la carne rossa una volta o al massimo due a settimana. Per la precisione fanno parte di questo gruppo di alimenti la carne di ovini e caprini, quella equina e quella di bovini adulti. Secondo le linee guida dettate dai nutrizionisti ogni settimana andrebbero consumati al massimo 500 grammi di carne, fra bianca e rossa.

Quali sono i benefici del riso? Il riso non raffinato possiede svariate proprietà antiossidanti. Per questo fornisce un ottimo apporto proteico, più alto di quello di tutti gli altri cereali, grazie alla presenza, al suo interno, dell’amminoacido lisina. Il riso aumenta il senso di sazietà e per questo è indicato anche per chi desidera perdere peso. Secondo alcuni ricercatori una grande quantità di antociani presenti nel riso lo rendono particolarmente utile contro il cancro. Il riso integrale è consigliato in caso di diarrea per via del suo contenuto di vitamine del gruppo B. Proprio queste vitamine, infatti, aiutano a contrastare questo disturbo.

Il riso aiuta a perdere peso? Gli scienziati del Doshisha Women’s College of Liberal Arts di Kyoto hanno effettuato una ricerca ed hanno verificato una stretta connessione fra il consumo di riso e la diminuzione del rischio di obesità. La ricerca ha evidenziato che nei paesi con i più alti valori medi di consumo di riso i livelli di obesità sono nettamente inferiori. Attenzione, però, perché i dati della ricerca non dimostrano scientificamente che il consumo regolare di riso fa diminuire il rischio di obesità. certo è però che non si può negare una forte correlazione fra mangiare il riso e limitare l’obesità. Ecco perché alcuni nutrizionisti consigliano di aumentare la quantità di riso giornaliera.