Realtime blog trackingRealtime Web Statistics Cosa succede a chi mangia il burro tutte le sere? Ecco l'incredibile risposta
Cefalunews

Cosa succede a chi mangia il burro tutte le sere? Ecco l’incredibile risposta

Cosa succede a chi mangia il burro tutte le sere? Il burro si utilizza come additivo in molte ricette. A causa del suo alto contenuto di grassi saturi il consiglio è di non mangiarlo prima di dormire. Come tutti sanno occorre mangiare burro con molta moderazione. Per questo sarebbe bene evitarlo di sera, dato che può provocare delle difficoltà a livello digestivo. Attenzione, inoltre, al burro di mandorle, di arachidi o di qualsiasi altra noce. Questo tipo di burro può causare un aumento di peso se viene mangiato in uno spuntino la sera magari prima di coricarsi. Anche se alcuni studi dimostrano che il burro di arachidi può aiutare a perdere peso ve ne sono tanti altri che sostengono proprio il contrario.

Quali cibi si possono mangiare la sera? Il cibo da mangiare a sera deve prima di tutto conciliare il sonno. Per una cena che concilia un buon riposo si consiglia, quindi, di mangiare la metà di un avocado perché è ricco di minerali sedativi come il magnesio e il potassio. Una metà di avocado a sera, fra le altre cose, si può anche condire con un po’ d’olio. Il buon avocado, per esempio, si caratterizza per il suo contenuto in minerali, vitamine e altri elementi antiossidanti. Sono infatti presenti numerose sostanze salva salute, come carotenoidi, tocoferolo e betasitosterolo, una sostanza che aiuta anche a ridurre i livelli di colesterolo cattivo.

Quali cibi non bisogna mangiare la sera? Attenzione al cioccolato sopratutto se è fondente perché stimola eccessivamente il battito cardiaco, impedendo di riposare al meglio. Il cioccolato, infatti, è un eccitante. Per questi motivo dev’essere evitato la sera, soprattutto prima di andare a dormire, perché potrebbe favorire insonnia, nervosismo, agitazione e irrequietezza. Il cioccolato è anche un alimento energizzante. E’ importante quindi non esagerare. Ma qual è il momento migliore della giornata per mangiare il cioccolato fondente? Non esiste una risposta. E’ necessario, infatti, fare attenzione all’indice glicemico degli alimenti che mangiamo. Più questo valore è alto, quindi, più si innalzeranno velocemente gli zuccheri nel sangue.

Quali sono i benefici del burro? Il burro è sostanzialmente una fonte di grassi. In particolare apporta i cosiddetti grassi saturi, noti per la loro capacità di far aumentare i livelli di colesterolo nel sangue. Proprio i grassi saturi promuovono l’aumento del cosiddetto colesterolo “cattivo”, quello che ossidandosi e accumulandosi nella parete delle arterie contribuisce all’aterosclerosi e all’aumento del rischio cardiovascolare. Il burro può essere anche una fonte di molecole dalle proprietà antiossidante ma i livelli variano secondo l’alimentazione dell’animale da cui arriva il latte del burro. Con il burro si assumono anche minerali per la salute di ossa e di denti.

Il burro previene l’invecchiamento? Il burro si può considerare un potente antiossidante: perché contiene elevati livelli di una sostanza utile per tutti gli esseri umani, ovvero il carotene. Questa sostanza contribuisce al nostro benessere come antiossidante perché aiuta a combattere le infezioni e quando viene trasformato in vitamina A aiuta anche la crescita e la riparazione delle cellule del sistema immunitario che si chiamano linfociti. Il burro può anche aiutare a contrastate l’insorgenza di alcuni tumori:. Tutto questo grazie a una sostanza il CLA che contiene. Il burro può anche aiutare a mantenere in salute l’intestino perché contiene infatti alcuni acidi grassi.