Realtime blog trackingRealtime Web Statistics Il cioccolato fa ingrassare? Ecco cosa dice la scienza
Cefalunews

Il cioccolato fa ingrassare? Ecco cosa dice la scienza

Il cioccolato fa ingrassare? I numeri sembrano parlare chiaro. Il cioccolato fondente apporta 495,2 calorie per ogni 100 grammi di prodotto. Il cioccolato al latte di calorie ne apporta 514,2 e il cioccolato bianco, invece, apporta 538 calorie ogni 100 grammi di prodotto. Il problema è legato alla quantità del cioccolato ma anche alla sua qualità. Per questo è sempre bene leggere le etichette. A distruggere le qualità benefiche del cioccolato sono gli additivi. Per fare qualche esempio il cioccolato al latte contiene circa 30-40 % di cacao e poi enormi quantità di zuccheri semplici, il latte e spesso anche i dolcificanti artificiali, i grassi di scarsa qualità. Tutti gli additivi contenuti nel cioccolato al latte sono responsabili dei problemi che porta.

Quali cibi sono senza additivi? Per ridurre al minimo o evitare il consumo di additivi occorre preferire i cibi freschi e non mangiare quelli industriali. Quindi mangiare frutta e verdura ma anche tutti i cibi integrali ed alcuni prodotti surgelati. La frutta e la verdura va scelta fra quella proveniente da agricoltura biologica. Per quanto riguarda i latticini ed i formaggi occorre evitare quelli con zuccheri o aromi aggiunti e acquistare invece quelli naturali o non aromatizzati. Da non sottovalutare gli alimenti surgelati che in genere subiscono una lavorazione minima e possono contenere una quantità davvero irrisoria di additivi o conservanti. In ogni caso occorre leggere l’etichetta per esserne certi.

Quali cibi contengono più additivi? Le carni lavorate in genere contengono il nitrito di sodio che come conservante previene la crescita dei batteri. In presenza di aminoacidi, i nitriti possono trasformarsi in nitrosamina che è associata a un rischio più elevato di cancro allo stomaco. Cene surgelate, snack salati e zuppe in scatola possono contenere il glutammato monosodico che è un additivo alimentare comune usato per intensificare e migliorare il sapore dei piatti salati. Uno studio ha scoperto che grandi quantità causavano effetti neurologici dannosi e compromissione della crescita. Attenzione anche ai coloranti alimentari artificiali. Attenzione a caramelle e condimenti che possono avere colorazione alimentare artificiale.

Quali sono i benefici del cioccolato? Il cioccolato fondente abbassa la pressione sanguigna, ha un effetto positivo sul livello del colesterolo buono HDL, influisce sulla funzionalità del cervello, riduce il livello di stress. Il cioccolato fondente è considerato una preziosa fonte di antiossidanti.  Alcuni studi condotti da diverse università (Granada, California, Tel Aviv), dicono che mangiando cioccolato fondente diminuiscono i grassi distribuiti sul corpo, con la conseguenza che sono più magri quelli che mangiano cioccolato più spesso. Il consiglio è di leggere sempre e comunque l’etichetta prima di mangiare cioccolato.

Quando cioccolato mangiare al giorno? Il cioccolato, se scelto bene, non è un alimento proibitivo neanche per chi sta seguendo un regime alimentare ipocalorico. I nutrizionisti e gli esperti consigliano di non eccedere comunque nella quantità. Per questo la quantità giornaliera consigliata è di 20-30 grammi. Attenzione perché il cioccolato può far male alla salute di chi ha un’intolleranza o allergia al nickel ma anche ad alcuni componenti del cacao. Volendo consumare il cioccolato fondente tutti i giorni è bene sapere che i nutrizionisti sostengono che ci si potrebbe accontentare di una quantità compresa tra i 5 e i 15 grammi.