Realtime blog trackingRealtime Web Statistics Cosa rischia chi mangia le patate con la buccia? Ecco la risposta
Cefalunews

Cosa rischia chi mangia le patate con la buccia? Ecco la risposta

Cosa rischia chi mangia le patate con la buccia? Chi mangia le patate con la buccia va incontro a vomito, nausea, mal di stomaco, febbre, tachicardia e diarrea. In casi più gravi va incontro anche ad alterazione o totale perdita della coscienza, disturbi circolatori, problemi respiratori e disturbi cerebrali. Tutto questo perché nella buccia della patata si trova la solanina che è una sostanza chimica che funge da difesa contro gli agenti esterni. In genere le patate contengono una concentrazione di solanina che varia dagli 8 ai 25 mg per chilo, un quantitativo non dannoso. Le cose cambiano nelle patate germogliate e in quelle verdi sulla buccia. In questi casi la concentrazione di solanina aumenta e consumare queste patate diventa molto pericoloso.

Quale buccia si può mangiare senza problemi? Si può mangiare senza problemi la buccia della mela purché sia biologica. La buccia della mela contiene in media 4,4 grammi di fibra, senza invece solo 2,1 grammi. La buccia della mela contiene anche la maggior parte delle vitamine. Una mela con la buccia contiene in media 8,4 milligrammi di Vitamina C e 98 Unità Internazionali di vitamina A. Senza, invece, queste vitamine scendono rispettivamente a 6,4 milligrammi e a 61 UI. La buccia della mela contiene la Quercetina che è una sostanza antiossidante che allevia i problemi respiratori e protegge la memoria. Nella buccia della mela sono contenute delle sostanze considerate antitumorali.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Piperina e Curcuma PLUS, l'unico integratore che ti fa perdere peso

Quale buccia non va mai mangiata? Bisogna stare molto attenti alla buccia degli agrumi che riportano la seguente dizione in etichetta: “buccia non edibile”. Questa buccia, infatti, è stata sottoposta ad un trattamento anti­muffa con tiabenzadolo (E233) e bifenile (E230). Questa buccia non si può usare in cucina nemmeno se lavata. Il pericolo è grave. Il Tiabendazolo è pericoloso soprattutto per la cancerogenicità, dopo generazioni. L’Imazalil è, invece, un veleno riconosciuto che ha effetti gravi sul sistema nervoso e sul fegato. Ed è cancerogeno acclamato. Sugli agrumi spagnoli, infine, possiamo anche trovare il fungicida Prochloraz che è indicato in etichetta come Prodoraz ed è velenoso.

Quali sono i benefici delle patate? Le patate aiutano a dimagrire, calmano lo stress e le infiammazioni, migliorano le funzioni celebrali, prevengono la formazione di calcoli renali, proteggono l’apparato digerente. Le patate contengono abbondante potassio che si rivela molto utile in caso di ipertensione. Le patate svolgono un’azione depurativa e mantengono molti dei propri principi attivi anche una volta cotte. Le patate contengono circa il 79% di acqua, il 15% di amido e la restante percentuale si divide tra ceneri, zuccheri, grassi, proteine e fibre alimentari. Nelle patate troviamo infine le vitamine B3, B5, B6, e le vitamine C, K e J.

Come preparare le patate lesse? Occorrono 450 grammi di patate che apportano 750 kcal. Due cucchiai di olio extravergine di oliva che apportano 29 kcal. uno spicchio di aglio che apporta 79 cal e del prezzemolo che apporta 79 kcal. Lavare le patate strofinando bene la buccia. Sistemarle in una pentola capiente con acqua fredda e cuocerle per circa 30-40 minuti a partire dall’ebollizione. Una volta pronte, scolarle, lasciarle intiepidire leggermente e poi sbucciarle. Tagliarle a tocchetti e insaporirle con la salsina preparata. Servire le patate spolverizzate con prezzemolo e con erba cipollina. Le buone patate sono pronte per essere mangiate.