Conferenza in occasione del ventennale del Madonie Geopark

Petralia Sottana – si è svolta nella sala Consiliare del Municipio la conferenza in occasione del ventennale del Madonie Geopark Unesco sul tema “ Geovalorizzazione e impatto dei cambiamenti climatici sulla geomorfologia e biodiversita’ del territorio”.
I lavori si sono aperti col saluto del Sindaco Leonardo Neglia.
Alla manifestaizone hanno partecipato e dato il loro sostegno l’Assessore Regionale del Territorio e Ambiente Salvatore Cordaro, l’Assessore Regionale ai beni culturali e all’idenitità Siciliana Alberto Samonà, il capo della Segreteria Particolare dell’assessorato Turismo Sport
e Spettacolo Regione Siciliana, in rappresentanza dell’Ass. Regionale Manlio Messina, Raoul Russo, il Vicepresidente CNG Filippo Cappotto, il Presidente ORGS Mauro Corrao, il Direttore Museo Civico A. Collisani Alessandro Torre, il Presidente Rotary Club Palermo Parco delle Madonie Gerlando Pinzarrone e il Vice Presidente Commissione Centrale tutela ambiente montano del Club Alpino Italiano/ Progetto Medimont Parks Mario Vaccarella
RELATORI sono stati i Geologi Alessandro e Fabio Torre: 20 anni di Geopark
Prof. Pietro Di Stefano: La valorizzazione geologica del territorio del Geopark delle Madonie
Prof. Valerio Agnesi: Rischi da frana in ambito Madonita
Prof. Rosario Schicchi: Biodiversità delle Madonie: problematiche di conservazione
Prof. Edoardo Rotigliano: L’esperienza del monitoraggio geomorfologico in territori montani percorsi dal fuoco
Dott. Francesco Monteleon: Gli osservatori ENEA del cambiamento climatico in Sicilia
Ing. Alessandro Ficile Presidente Sosvima: Dalla conoscenza alla valorizzazione delle Madonie
Tavola rotonda
Dal presidente dell’Ente Parco delle Madonie, dopo il benvenuto alla Autorità Civili e Militari presenti e un particolare ringraziamento al sindaco e al presidente del consiglio di Petralia Sottana, un forte messaggio rivolto ai giovani madoniti. “ Oggi è una giornata importante – ha affermato – perchè festeggiamo i 20 anni dell’ingresso del nostro Parco nel circuito dei Geopark Unesco , prima europeo e ora mondiale. Un grazie particolare a chi, con molta lungimiranza, ha fatto si che il parco delle Madonie fosse il primo Geoparco d’Italia e oggi uno dei più prestigiosi al Mondo. Il brand Unesco è molto ricercato e i recenti dati ci dicono che tantissimi turisti hanno fatto visita ai nostri 15 Comuni. Sold out non solo a Cefalù o Castelbuono, ma anche nei comuni più piccoli, e non solo per un turismo di ritorno” E rivolgendosi alle scolaresche ha aggiunto: “Il nostro Geopark racconta una storia di oltre 220 milioni di anni e custodisce oltre il 50% delle specie vegetali della Sicilia. Un patrimonio che deve trasformarsi in occasione di sviluppo e lavoro. Il turismo naturalistico è sempre più praticato. Formatevi, anche fuori della Sicilia, anche io ho studiato fuori e ho fatto esperienza lavorativa fuori Sicilia, ma poi ritornate e mettete a frutto la vostra professionalità, la vostra esperienza al servizio di questo magnifico territorio. Stiamo studiando delle formule che possano offrire delle opportunità lavorative, soprattutto nel campo geologico, anche attraverso l’istituzione e l’avvio di corsi di guida ambientale che si occuperanno di guidare i turisti e i fruitori dei geositi. Un grazie per questo al Governo regionale attento e sempre vicino al nostro territorio”.