Kaki: ecco il segreto che si trova nelle loro foglie. Incredibile

I kaki sono sconsigliati a chi ha il diabete. Contengono molti zuccheri e questo non aiuta chi deve tenere sotto controllo la proporia glicemia. Si possono mangiare a patto di non esagerare e quindi sempre con molta attenzione. Non tutti conoscono, invece, il segreto che si trova nelle loro foglie. Lo hanno scoperto alcuni scienziati coreani. La conferma è venuta da un altro studio cinese che è arrivato agli stessi risultati. Il segreto sta in alcune sostanze che si trovano proprio in queste foglie dalla bellezza assai rara. Contengono, infatti, triforina (1,58%), kaempferolo (1,33%), iperoside (1,30%), astragalina (0,81%) e quercetina (0,13 %).

A cosa servono le foglie dei kaki? Sono conosciute in tutto il mondo per la loro bellezza. Sono ovali, lucenti e di grandi dimensioni. In autunno si tingono di colori molto accesi che danno sfumature che tendono all’arancio, al rosso e al giallo. Per questo la pianta di kaki è scelta quale ornamento del proprio giardino. Non tutti sanno però che le sue foglie oltre ad essere belle sono anche molto utili alla nostra salute. In Giappone, Cina e Corea le utilizzano come rimedio naturale. Tra i nipponici uno dei piatti di sushi più buono è avvolto proprio nelle foglie dei kaki. Se non sai come preparare queste foglie le puoi trovare in erboristeria.

Conosci il thé delle foglie dei kaki? Il nostro consiglio è di non buttare le foglie dei kaki quando mangi questo bel frutto. Tagliale in piccoli pezzi e falle bollire in una tazza di acqua per 5 minuti. A ebolizzione togli tutto dal fuoco e lascia la bevanda ancora in infusione per una decina di minuti. A questo punto filtra e bevi. Con queste foglie si può preparare anche un buon decotto. Basta lasciare in infusione per 15 minuti 3 grammi di foglie in 100 ml di acqua a una temperatura di 70 °C. Filtrare, dolcificare col miele e gustare. Per avere a casa queste foglie basta raccoglierle fra maggio e giugno e farle essiccare per un paio di giorni.

Il segreto delle foglie di kaki. Non tutti lo sanno ma l’infuso di foglie di kaki sembra prevenga il diabete, l’ipertensione e l’aterosclerosi cerebrale. Gli scienziati che lo hanno scopeeto dicono che occorrono altre ricerche per avere utlteriori prove. Attenzione perchè al momento non si conoscono le controindicazioni verso l’infuso e il decotto di foglie di kaki. Vanno quindi consumate con molta moderazione. Chi soffre di particolari patologie o assume alcuni farmaci è bene consulti il proprio medico prima di assumerle. Le foglie dei kaki sono anticoagulanti. Bisogna fare molta attenzione quindi se si assumono farmaci che agiscono sulla coagulazione.

Quale verdura può mangiare chi ha il diabete? Quella a foglia verde come spinaci, lattuga, cime di rapa, rucola, cavolo, asparagi e broccoli. In particolare la lattuga che contiene la glucochina. Questa è una proteina molto importante che si trova nel pancreas ma anche nell’intestino e nel fegato. Ha un ruolo decisivo nelle persone con il diabete perchè riduce il livello di glucosio nel sangue. La lattuga contiene anche acqua e fibre che sono utili quando si deve tenere sotto controllo la glicemia. Le castagne aiutano chi la glicemia alta? No. Per niente. Quelle secche contengono moltissimi zuccheri e questo non aiuta chi deve mantenere entro certi livelli il glucosio.