“La nostra testa è rivolta alla stagione regolare”: il Real Cefalù è sconfitto ma non vinto

A seguito della partita di Augusta, valida per gli ottavi di finale di coppa Italia di serie B, persa dal Real Cefalù per 30-0, si stemperano gli animi nella cittadina normanna.
Raggiunto telefonicamente, Dario Di Paola, dirigente del Real Cefalù, ha dichiarato:
“Ci dispiace che la presenza in campo di soli U21 sia stata male interpretata dalla società Maritime Augusta, ma il momento topico del campionato, venuto a coincidere con un periodo di grave crisi per quanto riguarda la disponibilità dei giocatori della squadra senior, non ci ha permesso di schierare una formazione migliore”.
Occhio dunque rivolto al campionato per il Real Cefalù che a 6 giornate dalla fine si trova accoppiato in testa con lo stesso Maritime.
“La nostra testa è rivolta alla stagione regolare perché vincendo tutte le partite rimanenti conquisteremo la promozione in A2, risultato storico per questa società e questa città”.
Appuntamento al PalaTricoli Sabato 18 Febbraio alle ore 16 per la sfida contro la terza in classifica Odissea 2000 di Rossano,squadra tosta e di spessore.
Il match sarà reso ancora più difficile per i normanni a causa dell’assenza per squalifica di due importantissimi elementi come Toigo e Menini, oltre che per il lungodegente capitan Cividini, da poco operato al ginocchio.
Vicino al recupero invece Nacho Zamboni che potrebbe essere a disposizione di mister Giampaolo soltanto nelle ultime ore che precederanno la partita.