Il santo del giorno: buon onomastico a chi si chiama Ernesto

Oggi 7 novembre la Chiesa venera Sant’ Ernesto di Zwiefalten. E’ l’unico Ernesto che abbia iscritto il proprio nome tra i Santi della Chiesa. Visse in Germania, nella prima metà del XII secolo, vicino a Costanza dove c’era un grande monastero benedettino, l’Abbazia di Zwiefalten. Entro le sue mura vivevano quasi 300 tra monaci e « fratelli barbuti », cioè conversi. Era come una piccola città, autonoma e indipendente, dedita al lavoro e alla preghiera. Il governo di questa vasta comunità non era però facile. Un primo Abate, Bertoldo, dovette dimettersi. A lui successe Sant’Ernesto, uno dei monaci più in vista dell’Abbazia per doti spirituali e intellettuali. Poco si sa sulla vita di sant’Ernesto, patrono della Germania. Passò oltre 30 anni da abate, aprendo due case di accoglienza per tutti e compiendo miracoli. Predicò tra i musulmani, in particolare nell’Arabia Saudita e in Persia. Fu catturato torturato e ucciso: morì martire il 7 novembre 1148.

Auguri di buon onomastico a chi porta il nome Ernesto.