A Scillato la rievocazione storica della figura di san Martino

L’Associazione Nazionale Combattenti e Reduci di Scillato propone per venerdì 11 novembre la rievocazione storica della figura di San Martino. L’evento mira a recuperare l’aspetto storico e religioso del Santo spesso ridotto a sola mera occasione di “ubriacarsi” con vino. Figura maestosa della cristianità del terzo e quarto secolo dopo Cristo, San Martino è venerato e glorificato in moltissimi paesi europei. Prendendo spunto dalla “tradizione” legata al vino per capire il nesso che intercorre tra San Martino e il vino,  l’autore della rievocazione storica, si è appassionato alla figura di San Martino rendendosi subito conto della  grandezza e della importanza di questa figura. Il santo divenne popolare anche per via della collocazione della sua festa nel Calendario che coincideva con la fine delle celebrazioni del Capodanno celtico, il Samhain, nei primi dieci giorni di novembre . La festa pagana fino all’ottavo secolo era ancora viva e poiché  Martino fu , dal primo Medioevo, il santo più popolare d’Occidente , la Chiesa pensò di cristianizzare i festeggiamenti celtici, trasformando molte delle loro usanze nella celebrazione del Vescovo di Tours. «Rilevata l’assoluta casualità tra i festeggiamenti in onore del Santo e il vino –si legge in una nota – ne e’ venuta fuori un interessante racconto della figura di Santo con l’ambizione di  farlo conoscere meglio».

Martino di Tours nasce nel 316 d.c. circa a Sabaria Sicca e muore l’8 novembre del 397  a Candes ,  a circa 81 anni. Il suo Culto si venera l’11 novembre giorno dei suoi funerali avvenuti nell’odierna Tours. Originario della Pannonia,nell’odierna Ungheria,  e’ stato tra i primi santi non martiri  proclamati dalla Chiesa cattolica e tra i fondatori del monachesimo occidentale. Fino a quarant’anni circa fu nella guardia imperiale ricoprendo il grado di ufficiale, poi si diede alla vita monastica . A  circa 55 anni i cittadini di Tours , a furor di popolo, lo vollero loro Vescovo. Taumaturgo , dotato di spiccata umanità cristiana era anche uomo giusto e sobrio. La sua morte , avvenuta in fama di santità  segnò l’inizio del culto della sua persona. Il famoso miracolo del mantello e dell’estate di San Martino avvenne nel periodo in cui  era guardia imperiale, truppe non combattenti che garantivano l’ordine pubblico, la protezione della posta imperiale, il trasferimento dei prigionieri o la sicurezza di personaggi importanti , all’età di circa 19 anni, ma non sono stati gli unici miracoli .

Nella rievocazione storica  rappresentata a Scillato verranno ricordati alcuni miracoli attribuiti al Santo nell’arco della sua vita terrena: il taglio del mantello, l’estate di San Martino, la resurrezione del catecumeno, la guarigione della fanciulla paralizzata. La rievocazione dividerà la vita del Santo in tre parti : San Martino giovane dove si vedranno i due miracoli del mantello (clamide) ,  San Martino monaco dove si assisterà alla resurrezione del catecumeno ed infine  San Martino Vescovo che guarisce la fanciulla paralizzata. Faranno da corollario in questa rievocazione storica l’Associazione di Promozione Sociale “La Fianna “ che farà nascere nella piazza principale del paese un intero villaggio medioevale rappresentando uno spaccato di vita quotidiana; Turi Scandurra e Ciccio Santangelo della compagnia “ La giostra del gufo”.

Si esibiranno per la prima volta in pubblico in un saggio di equitazione : Eleonora Vitale e Mattia Quagliana. Alla fine della manifestazione saranno liberate in aria delle lanterne di luce per ricordare la fiaccolata in barca che accompagnò il corpo del santo a Tours. Partecipa a pieno titolo alla rievocazione storica : L’ing. Agesilao Fiocco , Presidente del Club Artistico Nisseno Michele Tripisciano di Caltanissetta, Il Direttore artistico Dott. Silvio Alaimo di San Cataldo (CL) , l’Associazione Claudius -costumista Umberto Graglia di San Cataldo (CL). La parte tecnica audio sarà curata da Enzo Valenti, Gandolfo Di Stefano e Angelo Di Marco. Gli scatti fotografici saranno di Sandro Mazzola di Scillato. Le riprese video saranno del regista Gaetano Rini di Sciara.

Evento ideato, scritto e diretto da Giovanni Capizzi segretario ANCR Scillato. Con la collaborazione di : Angelo di Marco ( ANCR) , Pinuccia Lanza ( ANCR) , Carlo Valenti (ANCR), Gandolfo Di Stefano (ANCR), Irene Filippone (ANCR). Grafica di Gandolfo Di Stefano (ANCR). Voce narrante: Irene Filippone (ANCR). Speaker del saggio di equitazione : Angelo Di Marco (ANCR), Sartoria: Maria Gina Teriaca. Cast: Tommaso Vitale, Salvo Cilluffo, Peppe Vinci, Franco Alaimo, Panepinto Calogero, Nicosia Giancarlo, Cerami Stefano, Fiaccabrino Giovanni, Terranova Mario, Toto Cascio, Gianfranco Frisa , Santino Di Stefano, Vincenzo La Russa, Luigi Pomidoro, Giuseppe La Russa, Maria Gina Teriaca, Tiziana Portogallo, Simona Guggino ed il figlio Nicola Cammarata, Laura Vitale, Asia Russo, Luana Scazzone, Gandolfa Guggino, Alessandra, Sofia Cortina , Martina , Gianni La Vecchia, Giada Prinziavalli, Elisa Scazzone e la piccola Beatrice Frisa . Pino Filippone, Pino Frisa, Margherita Costanzo, Stella Messina, Angela Di Laura. La rievocazione è impreziosita dalla presenza amichevole di Domenico Di Stefano e Sebastiana Eriu