L’ospedale di Termini raggiunge i 500 parti. Quanti a Cefalù?

L’unità operativa di Ginecologia e ostetricia dell’ospedale «Salvatore Cimino» di Termini Imerese ha raggiunto l’importante traguardo dei 500 parti. L’annuncio in un articolo apparso stamattina sul Giornale di Sicilia. Il 500° bambino è venuto alla luce alle ore 12.10 di sabato 12 novembre. Si chiama Marco, pesa 3.370 grammi ed è il secondo genito di mamma Rosanna e papà Luigi Maniscalco, entrambi termitani. Anche quest’anno il punto nascite di Termini Imerese ha raggiunto l’obiettivo previsto dal ministero della salute, rispettando quindi gli standard di sicurezza richiesti. E’ stato anche raggiunto l’importante obiettivo assegnato dall’assessorato della salute di mantenere la percentuale dei tagli cesarei primari al di sotto del 20%, infatti, sui 500 parti registrati la percentuale dei cesarei è del 16%. Soddisfazione hanno espresso il direttore generale dell’Asp e il primario Giuseppe Canzone.

All’ospedale Giglio di Cefalù nei primi sette mesi del 2016 erano nati 170 bambini. Lo si era appreso grazie ad un comunicato del Meetup Cefalù. Ad oggi non è dato conoscere quanti parti sono avvenuti nel centro nascite cefaludese.

Torna in alto