Finalmente Zannella. Battuta la Stella Azzurra Roma

Serviva una risposta per la Zannella Basket Cefalù, alla quale mancava la vittoria da tre giornate e che è riuscita nella migliore prova dell’anno a battere una fin troppo arrendevole Stella Azzurra Roma.
Novità di formazione importanti per  Cefalù che non ritrova, tra le fila dei propri convocati l’ex capitano Angelo Lombardo, forse fuori per motivi disciplinari, e vede in campo per la prima volta nei cinque titolari Daniele Tinto al posto di Emiliano Paparella.
Anche la Stella Azzurra, giovane squadra appaiata in classifica ai normanni,  ha delle sostanziali differenze con la formazione tipo, vista l’assenza del top scorer Nikolic e il poco minutaggio avuto dal senegalese Seye.
Giocata su un ritmo molto alto, soprattutto nelle prime fasi, la gara prende subito la strada dei padroni di casa che partono fortissimo con i primi 4 punti del solito Mollura e  soprattutto inizia a far la voce grossa Malagoli. Il centro modenese sarà protagonista di un’ottima partita, soprattutto in attacco, dove segna 20 punti e sbaglia solo tre tiri dal campo.
La Stella azzurra perde il filo del discorso, sparacchia in attacco e si affida alle iniziative personali di Trapani, vero e proprio faro della squadra, e di Pasic tiratore formidabile classe 2001 che si sveglia però solo nel finale.
All’intervallo lungo il punteggio recita 42-31 per i biancoazzurri che avevano toccato anche un massimo vantaggio di +15.
Il terzo quarto è, come spesso accade, decisivo per le sorti della contesa, la Zannella basket, che aveva perso unpo’ le distanze soprattutto nella metà difensiva del campo, alza il ritmo in difesa ed inizia a punire gli ospiti con una serie di conclusione da oltre l’arco.
Paparella gioca una prestazione maiuscola per precisione dalla lunga distanza, mette in serie difficoltà la difesa a zona ospite (6/11 da tre) e diventa top scorer della gara con 22 punti, Mollura domina a rimbalzo soprattutto sulle palle vaganti ed anche Sodero, spesso non al top della forma in questo inizio di campionato, si mette in evidenza per qualche tiro da tre realizzato nei momenti topici del match.
Sul layup di Paparella dopo palla recuperata a 2’ dalla fine del terzo periodo la Zannella trova il massimo vantaggio 67-41 , la partita si mette così in totale discesa e permette a coach Ciaboco di allungare il minutaggio delle rotazioni nel finale di gara.
Per la Stella Azzurra il finale diventa un lungo assolo di Emanuele Trapani che, carico dell’onere del peso offensivo dei suoi, si esibisce in una prestazione memorabile, mettendo a segno il suo higscore personale con 28 punti ed una serie di canestri circensi e cambi di direzione che lasciano intuire il grandissimo talento di questo play guardia classe 1998.
Per rimanere in tema di talenti in erba entra in campo e realizza i suoi primi tre punti tra i professionisti Samuele Brusca, giovane normanno che sta completando tutta la trafila giovanile con la canotta della squadra della propria città e che ieri ha realizzato la propria prima emozionatissima tripla.
Il finale recita 96-71 per la Zannella basket Cefalù che vince la propria terza partita dell’anno, la seconda in casa e muove la propria classifica allontanandosi dai bassifondi della stessa.
Buona la prestazione di squadra e dei singoli cefaludesi che in un palaIgnazioCefalù non proprio gremitissimo né caldo come al solito, portano a casa due punti fondamentali per il prosieguo del campionato in attesa dell’importantissima sfida salvezza di settimana prossima contro Maddaloni, di nuovo tra le mura amiche.

Zannella Basket Cefalù: Emiliano Paparella 23 (2/2, 6/11), Riccardo Malagoli 20 (8/11, 0/0), Guglielmo Sodero 13 (2/2, 3/9), Jordan Losi 11 (2/3, 2/7), Giuseppe Terrasi 11 (2/5, 2/2), Marco Mollura 8 (3/8, 0/1), Daniele Tinto 5 (1/2, 1/2), Samuele Brusca 3 (0/1, 1/1), Ygor Biordi 2 (1/2, 0/0), Alessandro Florio 0 (0/3, 0/2)

Stella Azzurra Roma: Emanuele Trapani 28 (4/12, 5/8), Dorde Pazin 20 (4/13, 3/11), Vincenzo Provenzani 11 (4/4, 1/5), Federico Pierantoni 5 (1/6, 0/1), Andrea Antonaci 2 (1/2, 0/0), Fabio Gazzillo 2 (1/5, 0/0), Kurt Cassar 2 (1/2, 0/0), Babacar Seye 1 (0/1, 0/1), Giovanni Ianelli 0 (0/0, 0/0)