Mi tengo negli occhi il sole che non vedrò più

Alla luce dei nuovi accadimenti m’e’ venuta voglia di rimetterla in giro…

Mi tengo negli occhi il sole che non vedrò più
__________________________________

In questo vivere

cosparso di buie notti a pregare ognuno
d’averci accanto e tenerci per mano

viscosi pensieri di silenzi affannati

illusioni insolentite d’illegittima ilarità
dove solo vecchi cuori
battono i ritmi stanchi della vita

illuminano il cielo di tetre afflizioni

E pagliacci

aspersi di sapida crudeltà

eccitano gli uomini con scherzi efficaci

a farne sorridere l’onesta faccia
e l’allegra fierezza

celando nell’anima bagliori d’austerità
nel divenire impetuoso

che ondeggia e spumeggia
e si gonfia e si placa del loro capriccio

E noi inermi
e col potere della ragione smarrito

mescoliamo sollazzi e tristezze

ricamando grotteschi indumenti
da indossare con ardimento

nei vaghi riflessi
dello splendore dei ricordi

inutili esteriorità
impregnate di finti doveri

a conferire la più falsa dignità
alla nostra pur breve vita
. © ®
Cesare Moceo

Torna in alto