Cefalù: aiutiamo Angelo ma l’elemosina non serve

Aiutiamo Angelo… a non starsene da solo. A lanciare il nuovo appello è una persona che lo conosce e che non accetta quanto sta accadendo in questi giorni su facebook. «Angelo ha solo bisogno di tanta amicizia. Ha bisogno di uno psicologo che lo sappia consigliare a venire fuori dai suoi tanti problemi che l’affiggono». Chi lo conosce assicura che il suo starsene da solo non ha niente da vedere con quanti si ritrovano abbandonati o scelgono di allontanarsi da tutti e da tutto. «Angelo non ha bisogno di coperte e nemmeno della compassione di quanti incontrandolo pensano che sia un senza tetto. Angelo non ha bisogno del sorrisino di chi incontrandolo pensa di fargli una cosa gradita, non ha bisogno nemmeno dello sguardo di chi lo incontra e lo guarda con tanta commiserazione. Angelo ha solo bisogno di una persona che lo sappia capire nel suo problema e gli indichi la strada per tornare a sorridere».

Dalla persona che lo conosce arriva un preciso appello: «Non c’è da fare una gara di solidarietà su facebook a chi arriva per primo per mettersi in mostra e dire che si sta aiutando Angelo. Non c’è da fare una gara per raccogliere dei soldi da fargli avere quale fosse una elemosina. Angelo cerca solo chi lo sappia amare così tanto da farlo uscire dalla situazione nella quale si è imbattuto e che non gli fa più guardare col sorriso il mondo che lo circonda».