Sei mesi di carcere per avere ucciso il cane della vicina

Sei mesi di carcere per avere ucciso il cane della vicina. A darne notizia è il giornale esperonews.it che racconta come sono andati i fatti. Siamo nel 2012 quando alla porta della caserma dei carabinieri di Pollina bussa una donna. Ai militari racconta e denuncia che è scomparso il suo cane levriero. Agli stessi carabinieri che raccolgono la denuncia fa conoscere il suo sospetto verso il vicino: un pastore di 56 anni di San Mauro Castelverde. L’uomo viene interrogato dai carabinieri e confessa di avere ucciso l’animale dopo averlo bastonato. Agli stessi militari dice anche il perchè di quel gesto: il cane aveva azzannato ed ucciso una sua capra. Scatta il sopralluogo dei carabinieri e viene ritrovata la carcassa del cane. il pastore di San Mauro Castelverde viene denunciato alla procura della Repubblica di Termini Imerese. L’uomo finisce davanti al giudice. Durante il proceso vengono ascoltati i testimoni e si ricostruisce la vicenda. Alla fine l’uomo è riconosciuto colpevole. Il giudice lo condanna a sei mesi di reclusione.

Foto: immagine di copertina