Real Cefalù, ruggisce Cividini: “Oggi vogliamo l’impresa!”

E’ il grande giorno. La partita tra Real Cefalù e Maritime Augusta si giocherà oggi alle ore 17.30 presso il PalaTricoli. I cefaludesi sono secondi a sole tre distanze proprio dal Maretime e dopo la sconfitta subita all’andata vogliono il riscatto e soprattutto vogliono il primato. Durante la settimana le interviste al mister Giampaolo ed al presidente Castiglia hanno tenuto alta la concentrazione ma adesso la parola passa al campo ed ai giocatori che scenderanno sul parquet. Intanto, Cividini, il capitano, ci fa conoscere la sua: ecco l’intervista che ci ha rilasciato.

1. Ciao Jean, grazie per la disponibilità: diciamo che ormai puoi sentirti cefaludese dentro dopo 3 stagioni vissute da protagonista con il Real Cefalù. Come ti senti se pensi alla partita di Sabato?

Ciao, si è vero, ormai mi sento cefaludese! Ho conosciuto tante persone in questi tre anni, ho fatto tante amicizie e tutti mi vogliano bene. Tra qualche giorno il mio legame con Cefalù diventerà ancora più forte perché sta per nascere il mio secondo figlio, e nascerà a Cefalù. Proprio per questo quando penso alla partita tutto questo mi carica tantissimo perché voglio che la squadra regali questa grande gioia a tutti i nostri tifosi ed ai tanti amici cefaludesi.

2. Nella tua carriera hai vissuto tanti momenti indimenticabili ed importanti, quali sono i segreti per mantenere la calma e dimostrare in campo il proprio talento?

Penso che il segreto è quello di allenarsi seriamente tutte le settimane, perché l’allenamento è lo  specchio della gara e quando ti alleni bene arrivi preparato tutti i sabati e le proprie doti escono fuori. Noi ci stiamo allenando duramente dal primo giorno di preparazione, ed in campo stiamo ottenendo grandi risultati ed ognuno di noi sta mostrando la propria forza.

3. Con 20 gol fatti sei tra i capocannoniere della tua squadra: dall’altro lato ci sarà Zanchetta. Qual è il tuo pronostico per la partita?

Si è vero se sono li il grazie va alla squadra che lavora insieme e mi permette di segnare! Zanchetta è un ottimo giocatore. Lo ha dimostrato anche in serie A dove lo scorso anno è stato capocannoniere. Ma fare attenzione solo a Zanchetta sarebbe troppo pericoloso, dobbiamo fare attenzione a tutti perché hanno una rosa molto forte e sono costruiti per vincere il campionato. Ma anche noi siamo forti e siamo consapevoli delle nostre possibilità, quando scendiamo in campo non guardiamo chi c’è davanti, ma pensiamo a fare il nostro gioco per cercare di vincere sperando di fare un ottima gara per compiere una grande impresa.