Realtime blog trackingRealtime Web Statistics Parlano i protagonisti: l'associazione che porta in giro Cefalù
Cefalunews

Parlano i protagonisti: l’associazione che porta in giro Cefalù

Per il secondo anno ha proposto un allestimento sul Natale dedicato alle opere delle pasticcerie cefaludesi. Per i bambini, invece, ha organizzato il Coniglietto Pasquale con le uova colorate. Nel corso dell’anno, infine, ha portato in giro il nome di Cefalù. La Pro loco di Cefalù è protagonista cefaludese 2016 e riceverà il riconoscimento da parte di cefalunews nel corso della manifestazione che si terrà presso l’Hotel Riva del Sole del lungomare, domenica 5 febbraio alle ore 10. Il suo presidente Roberta Muffoletto ha risposto alle nostre domande.

Cosa ricordi con piacere di Cefalù dell’anno appena trascorso?
Sono tanti gli eventi che rimarranno nella mia memoria legati all’anno appena trascorso. Ad esempio, vedere Cefalù location di set cinematografici e fotografici per film importanti e spot di prestigiosi marchi, noti in tutto il mondo, è stata una grandissima soddisfazione. Ancora più felice sono stata nell’apprendere che in tantissimi hanno scelto Cefalù come meta delle proprie vacanze facendo registrare un boom di presenze turistiche, a dispetto delle innegabili carenze di servizi che necessitano di essere colmate in tempi brevissimi. Un’altra cosa che mi piacerebbe ricordare riguarda alcune importanti manifestazioni, realizzate grazie all’iniziativa ed all’enorme impegno di nostri concittadini, con cui speriamo di poter collaborare maggiormente in futuro. Vorrei evidenziare come queste abbiano fatto risplendere Cefalù esaltandone le potenzialità. Per ciò che concerne l’associazione che ho il piacere di presiedere, tante sono state le soddisfazioni: riuscire a dare un servizio telefonico di informazione turistica attivo 365 giorni l’anno; entrare nella rete nazionale di contatti e relazioni dell’Unione Nazionale delle Pro Loco d’Italia; riuscire a promuovere il nostro territorio attraverso l’adozione delle UNPLI card (tessere, destinate a tutti i soci pro loco d’Italia, che propongono attività commerciali e turistiche a prezzi vantaggiosi); essere stati inseriti nell’albo nazionale delle associazioni di promozione sociale; partecipare al Pro Loco Expo siciliano in cui abbiamo avuto anche l’occasione di promuovere la nostra “pasta a taianu”; registrare un numero considerevole di iscrizioni al concorso “Vieni! Ho fatto un Presepe!”; riuscire a dare una vetrina, attraverso il concorso “Dolce Natale”, alle opere realizzate dai nostri maestri pasticcieri. Tanti altri sono stati i ricordi importanti, citarli tutti purtroppo non è possibile.

Cosa vorresti cambiasse a Cefalù con l’anno nuovo che è arrivato?
A grandi onori seguono necessariamente grandi oneri e Cefalù deve impegnarsi a colmare tutte le mancanze che in questo momento purtroppo ha. Vorrei che Cefalù fosse più consapevole della propria forza e del proprio valore. Vorrei comprendesse le potenzialità enormi che possiede, potenzialità oggi sostenute ancor di più da un riconoscimento importantissimo come quello Unesco. Vorrei che proprio tutti, e non una minoranza, comprendessero questa importante occasione che ci è stata data. Vorrei che si facesse più gioco di squadra e che ci fosse più collaborazione tra noi cefaludesi.

Che messaggio lanci ai lettori di Cefalunews?
I cefaludesi sono persone splendide, ne è dimostrazione il nutrito numero di persone entrate a far parte dell’elenco dei protagonisti cefaludesi del 2016. Il mio invito è ad avere più fiducia in se stessi e a mettere anche una piccolissima parte del proprio tempo a disposizione della città. Spesso alla mia richiesta di iscriversi alla pro loco e di collaborare con noi, molti rispondono che non hanno qualifiche o particolari competenze. Non necessariamente servono! Si può aiutare in tanti modi e non tutti richiedono importanti capacità. Mi piacerebbe che alla pro loco si accostassero più giovani, che spesso portano idee fresche e innovative e avrebbero tante opportunità di apprendimento, gli anziani che più di tutti hanno memoria storica e tempo a disposizione, i professionisti con competenze specifiche e voglia di far crescere questa città e tutti quelli che pensano si possa fare qualcosa insieme. Colgo l’occasione per invitare tutti i lettori, sperando che siano in tanti a rispondere, alla riunione della pro loco che si svolgerà giorno 25 febbraio presso la nostra sede in Via Mandralisca 5 alle ore 18:00 in cui sarà possibile tesserarsi per il 2017.

Quale impegno senti di potere assumere, per il 2017, nei confronti della città di Cefalù?
L’impegno è senz’altro quello di portare avanti e far crescere le attività della Pro Loco considerando che tante opportunità si presentano per il 2017. In primo luogo la Pro Loco Cefalù ha ottenuto nel 2016 l’iscrizione nell’albo nazionale delle associazioni di promozione sociale, iscrizione che ci dà tantissime possibilità di lavoro e più margini di movimento per il futuro. Abbiamo, inoltre, ottenuto l’accreditamento della nostra sede per il servizio civile nazionale che ci permetterà a giugno di accedere ai bandi ed avere finanziati progetti a carattere regionale. Abbiamo firmato un accordo di partenariato con il Gal ISC Madonie per la programmazione 2014/2020 e stiamo già lavorando ad un progetto in linea con il piano di azione locale. Puntiamo a far crescere il numero delle attività con noi convenzionate che, attraverso l’UNPLI card, adottata da tutti i soci pro loco d’Italia, avranno una vetrina a livello nazionale. Molte sono poi le idee in cantiere per far crescere la nostra città da punto di vista turistico e tanta la voglia di fare dei soci della pro loco, persone che amano Cefalù e mettono in maniera totalmente gratuita il loro tempo a disposizione per la città, persone che con spirito di abnegazione e senza risorse economiche hanno concorso a rendere la nostra città un posto migliore in cui vivere. Per questo li ringrazio tutti.