Una Proloco fermata da un arbitraggio mediocre

Quando si dice che non sempre si può vincere, è la pura verità. Ma se a perdere è una squadra che per settanta minuti crea il gioco, offre spazi per le azioni e non sente la fatica di un giocatore in meno, a questo punto la sconfitta pesa, peggio di un furto. Per la Proloco non è facile adesso digerire il 2-1 che la Stella del Mare domenica pomeriggio si è aggiudicata, favorita da un arbitraggio mediocre, davvero molto mediocre: più volte è stato chiesto l’intervento dell’arbitro su falli velenosi e spesso deleteri, ma è mancato il giusto senso dell’orientamento dell’arbitro, oltre che la capacità di gestire una partita importante tanto per la Proloco quanto per la Stella del Mare.

Sin dai primi minuti di gioco, la Proloco si butta in offensiva: l’assedio ambrosiano mette a soqquadro la sistemazione della squadra terminatana, entrata in tilt e sempre più fallosa. Benché numerose siano state le interruzioni di gioco, l’arbitro preferisce usare le ammonizioni solo ed esclusivamente per sanzionare Marsala dapprima correttamente, in seguito per una probabile protesta da parte del giocatore cefaludese, che si lamenta vistosamente per un’entrata dura e violenta e che gli costa pure una corsa in ospedale per presunta rottura di un dito della mano. La Proloco si ritrova in dieci a partire dal ventunesimo minuto del primo tempo, giocando una splendida partita, ricca di azioni purtroppo non sempre finalizzate al gol, ma certamente mostrando il carattere che questa squadra sa uscire in occasioni difficili come quella di domenica. Allo scadere del primo tempo, è Di Fina che in movimento riesce a sorprendere il portiere con un preciso pallonetto, portando in vantaggio i suoi e alleviando la stanchezza e lo sconforto sorti dopo l’espulsione di Marsala.
Il secondo tempo è un’escalation di azioni ancora della Proloco, sempre più insistente sull’area avversaria tenuta sott’assedio dalla compagine di mister Papa. Purtroppo, la fatica comincia a farsi sentire e i primi cambi diventano note dolenti per i dieci rimasti in campo: il supporto di Incognito sulla fascia sinistra, la cattiveria di Messina in area e la velocità di Rajmondo sul fianco destro avevano coperto la difesa ambrosiana, che subito dopo le sostituzioni mostra i segni di una partita logorante e interminabile. E così arriva il pareggio della Stella del Mare al 76’, seguito dalla rete della vittoria otto minuti dopo.

La Proloco cerca di usare la presenza di Culotta a centrocampo per riattivare il gioco, ma Di Fina, rimasto solo in reparto di attacco, è troppo stanco per continuare a correre. Papa cerca allora di cambiare gioco, lanciando in area i difensori, prima Gatta e poi Musotto, che arriva a un passo dal portiere, ma è troppo poco convinto per buttare la palla in rete.
Si chiude con un immeritatissimo 2-1 per la Stella del Mare, rimasta completamente assente in campo per più di settanta minuti, che riprende fiato solo al primo gol, mentre la Proloco perde l’occasione di allungare la distanza sugli avversari alle spalle della classifica, per agguantare il Sant’Anna che pareggia in casa dell’Aspra per 1-1. Male anche per lo Sporting Cefalù, fermato dall’altra squadra termitana e rimasto come fanalino di coda solo in compagnia del Pollina, domenica sconfitto in casa dalla Colomba Bianca. Vincono Supergiovane Castelbuono e Vis Solunto (prossima avversaria della Proloco), che battono per 2-1 rispettivamente il Finale e il Real Trabia.

Nulla di fatto, quindi, per questa domenica: ci si attendeva decisamente di più in questa prima giornata del girone di ritorno di seconda categoria, ma ancora una volta gli arbitraggi commettono errori paurosi, compromettendo del tutto la prosecuzione di un campionato che continua a far sperare veri e propri colpi di scena. Intanto, la Proloco si rimette in moto per prepararsi alla prossima partita casalinga sabato 11 febbraio alle ore 14.30 contro il Vis Solunto, scontro che si preannuncia fin da ora di grande interesse, soprattutto alla luce di una classifica che rischia di cambiare completamente assetto. La Proloco dovrà fare a meno di Marsala e probabilmente di qualche altro giocatore infortunatosi durante il match contro la Stella del Mare.