Sanremo: il ritorno dei Negramaro e Giorgia

Dopo tredici anni tornano all’Ariston i Negramaro e incantano la platea con una versione riarrangiata di ‘Mentre tutto scorre’ brano con cui parteciparono al Festival fra i Giovani nel 2005. Poi cantano il loro nuovo singolo ‘La prima volta’. Ma è standing ovation del pubblico dell’Ariston per il duetto con Claudio Baglioni in una versione molto riarrangiata, ritmica e trascinante di “Poster”, uno dei tantissimi cavalli di battaglia del direttore artistico del Festival di Sanremo.

“Sono nato con i 45 giri, c’era Questo piccolo grande amore e mia madre e mio padre si innamorarono così”, racconta Giuliano Sangiorgi. “Mi sono accorto che ho amato la musica per colpa di Baglioni. Mio padre, che non c’è più, suonava il piano, poche volte, ma quando lo faceva suonava una canzone tua”. E Giuliano Sangiorgi si commuove di fronte alla standing ovation che li saluta al termine dell’esibizione.

I Negramaro hanno iniziato la loro carriera nel 2001, e la formazione è rimasta uguale da allora: Giuliano Sangiorgi alla voce, chitarra, pianoforte; Emanuele Spedicato alla chitarra; Ermanno Carlà al basso; Danilo Tasco alla batteria; Andrea Mariano alle tastiere e Andrea De Rocco al campionatore. Il nome della band è un omaggio al vitigno Negroamaro, tipico del Salento, l’area della Puglia dalla quale provengono i componenti del gruppo.

Momento di grande musica con l’arrivo sul palco dell’Ariston di James Taylor, uno degli artisti che ha venduto di più nella storia della musica. James Taylor canta un magico duetto con Giorgia, una delle voci più belle del panorama musicale italiano.

L’artista romana, elegantissima in smoking e capelli raccolti, ha cantato con il grande songwriter americano una suggestiva versione di “You’ve got a Friend‘, forse il suo brano più celebre. Taylor ha esordito sul palco dell’Ariston con un omaggio alla musica italiana, eseguendo una originalissima versione acustica di ‘La donna è mobile‘, per poi regalare al pubblico uno dei suoi più grandi successi, ‘Fire and rain‘.

Anche James Taylor, dopo Sting, si sottopone alla prova del tributo alla musica italiana in lingua originale.