Armi e droga in casa: arrestata una famiglia

La Polizia di Stato ha tratto in arresto nella flagranza dei reati di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio, detenzione illegale di armi da sparo e ricettazione, due coniugi palermitani di anni 74 e 63 ed il loro genero di anni 40, tutti residenti nel quartiere “ZEN”. Nell’ambito di mirate attività investigative all’interno del popolare quartiere, gli agenti del Commissariato di P.S. “San Lorenzo” si sono recati presso l’abitazione dei due coniugi di via Gino Zappa per effettuarvi una perquisizione.

Gli esiti delle attività hanno consentito di rinvenire in una stanza dell’appartamento, saltuariamente utilizzata dal genero della coppia, una borsa porta pc contenente un fucile a doppietta a “canne mozze (risultato rubato), una rivoltella “Mondial” cal.6 e 25 cartucce cal.12 per fucile; all’interno di un armadio, nascosti in un cestino in vimini, sono stati trovati, inoltre, una “stecca” con l’estremità spezzata di sostanza stupefacente del tipo Hashish del peso di circa 63 grammi ed una rivoltella a spillo, priva di marca e matricola.
In un’altra stanza dell’appartamento, sotto un lettino, i poliziotti hanno rinvenuto due buste di plastica trasparente termosaldata con all’interno poco più di un chilo di “Marijuana” essiccata, due involucri a forma di parallelepipedo con all’interno 20 tavolette di Hashish, confezionate con nastro adesivo da imballaggio, del peso complessivo di circa 2 chili e, dentro un secchio di plastica, ulteriori 500 grammi di “Marijuana” essiccata; in un ripostiglio esterno, invece, proprio sotto il balcone, è stato rinvenuto un altro secchio con all’interno ulteriori 450 grammi della stessa sostanza.

Nel corso della perquisizione è stata inoltre sequestrata la somma di 9.050 euro che era custodita, in banconote di diverso taglio, all’interno di un cassetto del comò della stanza da letto. La perquisizione è stata, poi, estesa all’ appartamento del genero dei coniugi Morello, dove è stato rinvenuta una “stecca” di Hashish, del peso circa gr.17, spezzata all’estremità e con i bordi perfettamente coincidenti con quella rinvenuta nell’appartamento dei suoceri, di cui verosimilmente costituiva la parte mancante e, all’interno di un cassetto del comodino una cartuccia per fucile cal.12, anche questa dello stesso tipo di quelle trovate nell’appartamento dei due coniugi.  I tre sono stati tratti in arresto e condotti presso gli uffici del Commissariato di P.S. San Lorenzo, per gli adempimenti di rito.