Uil Fpl: richiesta di incontro urgente all’Assessore alla Salute

Tale necessità scaturisce dal fatto che il nostro sindacato non comprende più le strategie adottate dell’ amministrazione della Fondazione Giglio di Cefalù che, a fronte di carenze nel settore medico ( soprattutto anestesisti, per i quali è stata stipulata un’onerosa convenzione con il policlinico di Palermo ) e infermieristico, di incomprensibili ed ingiustificabili difficoltà nell’ approvvigionamento di presidi e farmaci, di importanti opere di manutenzione ordinaria da effettuare ( vedi impianto di tubazioni, a fronte di altri interventi di ristrutturazioni interne ed esterne all’ospedale delle quali non si è compresa l’urgenza ) , della necessità del rinnovo delle apparecchiature elettromedicali, della mancanza di un direttore sanitario dal mese di dicembre che ha inevitabilmente creato confusione e disservizi in ambito sanitario, ha ritenuto doversi occupare essenzialmente della riorganizzazione dell’area tecnico/amministrativa in settori ( organizzazione in essere nelle aziende pubbliche, bene precisarlo ), senza, peraltro, nessun tipo di informativa alle parti sindacali, nei confronti delle quali, questa amministrazione, è sempre stata poco disponibile a condividere i percorsi di organizzazione e crescita. Inoltre questa O.S. è venuta a conoscenza del fatto che, a fronte del tanto sbandierato rigore economico-finanziario, a partire dallo scorso anno, questa amministrazione ha elargito benefit sotto forma di retribuzione individuale per diverse decine di migliaia di euro di soldi pubblici ad alcuni dipendenti del settore amministrativo, in disprezzo di tutti quei lavoratori, sanitari, tecnici ed amministrativi, che quotidianamente, con dedizione e tra mille difficoltà, portano avanti il lavoro di questa fondazione.

Dott. A.Orofino
Coord. Regionale Sanità Privata UIL-FPL

(Comunicato sindacale)