Festa Cepha a Lascari: prima in classifica

La Cephaledium vince e mantiene il primato sull’ostico Martino Ilardi di Lascari. Partita godibile, maschia, i padroni di casa, invischiati nella lotta salvezza, giocano ad armi pari, rischiando di portar via lo scalpo ad un altra big dopo il Bagheria. Al 9′ la prima grande chance è per il Lascari che lavora un buon pallone sulla sinistra e de Luca non batte a rete da pochi passi. La Cephaledium non riesce a dare ampiezza al suo gioco, Clemente è ben ingabbiato dal centrocampo giallorosso che riesce a fare densità e ripartire. Al 20′ da una palla in mezzo di De Luca, per poco Portera non realizza un clamoroso autogol,impattando male il pallone di sinistro. Sugli sviluppi dello stesso calcio d’angolo il sig. Melodia di Trapani assegna un discutibile calcio di rigore al lascari per in tocco di mano di Cipolla su deviazione da distanza ravvicinata. Lo stesso arbitro completa l’abbaglio poch minuti più tardi. Calderone dal dischetto si fa ipnotizzare da Fiduccia che devia sul palo alla sua sinistra, sulla ribattuta lo stesso Calderone insacca ma l’arbitro annulla per un ipotetico fallo di doppio tocco. La partita si incattivisce e i padroni di casa sembrano più tonici nella battaglia fisica a centrocampo. Al 36′ Lascari di nuovo dal dischetto per fallo di mano di Portera, netto stavolta. Dal dischetto Calderone non cambia l’angolo ma cambia l’esito finale ed è 1a0. La prima frazione si chiude così con i padroni di casa meritatamente in vantaggio sui normanni, che si mostrano particolarmente sotto tono. Al ritorno in campo però la partita cambia, al 51′ a seguito di una azione insistita centrale, è bravo Lo Coco a ribattere di testa un pallone al centro dell’area avversaria sul quale si fionda Fazio per il pareggio giallonero. La polisportiva Lascari sembra rimasta negli spogliatoi, gli ospiti si rendono pericolosissimi con Lo Coco che entra in area e angola col destro un tiro sul quale è ottimo il portiere Randazzo in angolo. Due minuti più tardi si esalta anche Fiduccia alzando in tuffo una demivoleè di Monti sopra la traversa. Al 60′ entrano tra gli ospiti Prestigiacomo e Levantino. Quest’ultimo a dispetto della sua esperienza, commette una assurda ingenuità solo un minuto più tardi, facendosi espellere per una gomitata a centrocampo. Nel momento di maggiore difficoltà per la Cepha per via dell’inferiorità numerica, si materializza la rete del vantaggio, ancora di Fazio, a segno con un diagonale da destra, deviato beffardamente davanti l’estremo difensore. Il giovane centrocampista, cresciuto nel settore giovanile della Cephaledium diventa così mattatore del pomeriggio, con una doppietta da ricordare. Poco dopo, Di Franco da due passi fallisce il gol che chiuderebbe la pratica. Calderone al 80′ si fa espellere per doppia ammonizione e ristabilisce così la parità numerica. Finale all’arma bianca per gli ospiti che vedono ribattuta da Sardina una punizione di Milano che forse avrebbe impattato il punteggio al 80′. Finisce 1 a 2 per la Cephaledium, trascinata dai Cefaludesi sugli spalti, numerosissimi a colorare il match, e da quelli in campo, con Fiduccia e Fazio su tutti. Ottima la prestazione anche della squadra padrona di casa che paga forse un po’ di condizione nella ripresa e probabilmente una carenza di incisività in fase offensiva.

LASCARI: Randazzo, D’Amore, Migliore, Ilardo, Colletti, Calderone, De Luca, Cinquegrani, Monti, Milano, Costagliola. All. Zappavigna. A disp.: Iraci, Caccamisi, La Vardera, Bellomonte, Imbraguglio, Ruggieri, Russo, Mazzamuto, Emanuele

CEPHALEDIUM: Fiduccia, Portera, Sanfilippo (15st Prestigiacomo), Di Franco, Cipolla, Sardina, Fazio (47st Mocciaro), Arlotta, Lo Coco (37st Gatta), Clemente G., Clemente M. (15st Levantino) All.: Giancarlo Ferrara. A disp.: Cassataro, Damiano, , Fiduccia D., Napolitano, Zangara.. Arbitro: Melodia di Trapani. Marcatori: 1t 37′ Calderone (rig), 2t. 6′ Fazio, 24′ Aut. Colletti