Martino Mogavero: il gestore storico del ristorante di Gibilmanna

Il 14 Marzo ci ha lasciato Martino Mogavero, Don Martino – come lo chiamavano affettuosamente i suoi collaboratori, che adesso ricordano con affetto le stagioni estive passate a Gibilmanna – o semplicemente Martino, l’amico di tutti, il gestore storico del Ristorante sito ai piedi del Santuario.
Martino Mogavero, primogenito dei sei figli di Peppino Mogavero e Rosalia Agostara, nasce a Isnello nel 1931, e al suo paese natio resterà sempre particolarmente legato; prestissimo, dopo aver prestato servizio per qualche anno nell’Arma dei Carabinieri, insieme col padre e i suoi fratelli e le sue sorelle, apre un panificio a Cefalù.

A 33 anni l’incontro più importante della sua vita: quello con la sua Nicolina, e immediatamente don Peppino affida alla giovane coppia la conduzione del ristorante di Gibilmanna; nel 1969 Martino e Nicolina rilevano anche la conduzione del panificio di Cefalù. Dal matrimonio nascono Rosalia e Giuseppe, i figli cui Martino decide di dare i nomi dei suoi genitori. Il Ristorante Mogavero agli inizi era solo un posto di ristoro di una frazione come Gibilmanna, famosa per il Santuario che venera Maria SS. Di Gibilmanna come Patrona della Diocesi di Cefalù; in seguito, diventa un ristorante in cui, con l’aiuto del secondogenito Giuseppe, Martino riesce a ricreare una calda atmosfera e un inno al buon vivere, esattamente come piaceva a lui, indimenticabile maestro di cerimonie e di vita.

La passione per la caccia, con i suoi fidatissimi cani, in realtà, nascondeva l’amore per le lunghe passeggiate, per la natura, per le sue Madonie; nei suoi ultimi anni, per ricompensarlo dall’invecchiamento, Dio gli ha mandato i suoi amatissimi nipoti, Martino e Niccolò, cui ha dedicato tutte le sue residue energie. Tanti i ricordi e i messaggi di cordoglio alla famiglia, anche sulle pagine dei social.