Cefalù: dalla Regione arrivano 600mila euro per il sagrato della Cattedrale

Dalla Regione siciliana arrivano 600 mila euro per il restauro e la messa in sicurezza del sagrato della Basilica Cattedrale. La notizia è stata comunicata direttamente dall’Assessore regionale alle Infrastrutture Marco Falcone al vescovo di Cefalù Giuseppe Marciante che, sin dall’inizio del suo ministero episcopale in Diocesi, aveva manifestato l’urgenza di riqualificare l’area, localmente conosciuta come il Turniale. Dal Vescovo arriva l’auspicio che ulteriori interventi possano coinvolgere a breve tempo anche tutto il territorio diocesano e, in particolare, i centri montani delle Madonie e della Val del Torto.

Il sagrato del duomo si eleva sul livello della piazza. I cefaludesi usano chiamare questo spazio che copre il cimitero «turniale». Vi si accede per mezzo di una scalinata realizzata con blocchi squadrati di pietra calcarea. Fino al 1580 alla Basilica si accedeva direttamente da una scalinata  a tre riprese. Proprio alla fine del ‘500 questa bella gradinata è stata coperta e la zona è stata trasformata in cimitero. Per questo è stata circondata da alcuni muraglioni ed è stata realizzata l’attuale scalinata. Nel 1953 è stata effettuata una campagna di scavi presso questo turniale che ha portato alla luce l’esistenza ad una profondità di circa due metri di un precedente lastricato di mattoni.