Realtime blog trackingRealtime Web Statistics Medici cefaludesi che hanno operato a servizio della comunità
Cefalunews

Medici cefaludesi che hanno operato a servizio della comunità

Inauguriamo su cefalunews una sezione per far conoscere i medici cefaludesi oggi in pensione che hanno operato a Cefalù lasciando un segno importante della loro presenza. L’idea di raccogliere le loro biografie è del Kefablog, l’iniziativa nata per far conoscere Cefalù, finanziata con 1.800 euro di borse di studio costituite dagli emigrati cefaludesi che fanno parte dell’associazione Cefaludesi nel mondo.

Alaimo Salvatore, Antonino, Giuseppe

Il dottor Alaimo Salvatore nasce a Cefalù il 24 Settembre 1945 da Alfonso direttore dell’ufficio postale di S. Ambrogio e Sarullo Ippolita. Il giovane Salvatore frequenta la scuola elementare a S. Ambrogio e le medie al “Rosario Porpora”. Nel 1964 si diploma al Liceo “Mandralisca” di Cefalù. In seguito si iscrive all’Università di Palermo in Medicina e Chirurgia e si laurea il 30 luglio 1970. Dopo la laurea presta servizio militare in qualità di ufficiale medico di complemento a Casarsa della Delizia in Friuli Venezia Giulia. Finita la leva militare ritorna nella sua Cefalù e nel 1972 dove disimpegna l’incarico di ufficiale Sanitario presso il Comune di Cefalù. Nel Gennaio 1973 iene assunto dall’ospedale “Giuseppe Giglio” di Cefalù in qualità di ginecologo. Nel 1975 sposa una ragazza Cefaludese tamburo Maria Rosa , dalla loro unione nascono: Gianluca e Valerio. Totò Alaimo lavora all’ospedale Giuseppe Giglio dove lavora fino alla fine transitando nella Fondazione “ San Raffaele – Giuseppe Giglio” fino al Maggio 2007 data del suo pensionamento

Berlenda Rosaria

La dottoressa Berlenda Rosaria è nata a Gratteri il 18 Giugno 1947, residente a Cefalù. Dopo la Scuola Media , ha frequentato il Liceo Classico Mandralisca di Cefalù, dove ha conseguito il diploma di maturità. Ha conseguito la laurea in Medicina e Chirurgia nell’anno 1980 e successiva specializzazione in Psicologia Clinica, presso la facoltà di Medicina della Università degli Studi di Palermo.Nell’anno 1982 è stata assunta presso il Comune di Gratteri con la qualifica di Medico Condotto con funzioni di Ufficiale Sanitario. Nel gennaio 1983 è transitata alla ASL n.49 di Cefalù con la qualifica di Assistente Medico, Responsabile del Centro Accettazione Unificata (CAU) del Servizio di Medicina di Base del Distretto Sanitario n.1 Cefalù.Dal 1998 ha assunto le funzioni di Responsabile Poliambulatorio dello stesso Distretto Sanitario . Dal 1994 ha assunto le funzioni di Responsabile della Unità Operativa Specialistica Ambulatoriale Interna ed Esterna. La predetta esperienza lavorativa ha ricompreso un periodo intenso di attività e di attenzione alle necessità di salute della popolazione ricadente nel Distretto n.1 che ha arricchito la personalità della stessa. Infatti, andata in pensione, dall’1 Dicembre 2011 ha messo a disposizione la propria attività e sensibilità verso i bisogni delle persone più fragili per motivi diversi, prestando, a tutt’oggi, servizio di volontariato presso la Caritas Diocesana e Parrocchiale.

D’Anna Salvatore

Il dottor Salvatore D’Anna è nato a Cefalù il 28 Maggio1940 da Giovanni – orefice e Bellipanni Filippa. Frequenta le scuole elementari e medie a Cefalù sua città natale , nel 1959 consegue il Diploma di Maturità classica presso il Liceo ginnasio “Mandralisca di Cefalù. Si iscrive a Palermo all’università e nel 1967 consegue la Laurea in Medicina e Chirurgia. Nel 1971 si specializza in Cardiologia presso l’Università di Torino, nel 1979 consegue diploma di idoneità a primario di medicina interna presso il Ministero della Sanità di Roma. L’1 dicembre 1967 presta servizio presso l’Ospedale “G. Giglio” di Cefalù prima come assistente , poi come aiuto e dal 2 giugno 1981 come Primario di medicina interna . Ha ricoperto per alcuni periodi incarico di Direttore sanitario “G Giglio” di Cefalù e presso il coordinamento sanitario dell’ex Azienda USL 49. Il dott D’Anna ha partecipato a diversi Convegni e congressi nazionali ed internazionali di cardiologia e Medicina Interna, è stato relatore in numerosi Convegni regionali, responsabile dell’ANCE Sicilia per lo studio ed il trattamento dell’ipertensione arteriosa. E’ stato anche Direttore del Dipartimento di medicina Interna della Fondazione “Istituto San Raffaele- G Giglio” di Cefalù fino al 31 gennaio 2006. Dopo 39 anni in corsia l’1 febbraio 2006 va in pensione . Nella cerimonia del suo pensionamento alla presenza del vescovo Sgalambro , di mons Quagliana, del prof Pozza, del direttore Amodeo e di tutti i vertici locali dell’arma dei carabinieri e dell’esercito queste parole di apprezzamento dall’allora sindaco Simona Vicari : ” Totò D’Anna che ha avuto la capacità di parlare al paziente ponendolo al centro dell’attività clinica e che ha avuto il merito di esportare il nome e la medicina di Cefalù all’estero”. A conclusione della cerimonia , pieno di passione , il dott. D’Anna che in 39 anni di carriera si è visto passare 18 amministratori ha così salutato: ” Ho pensato di farvi un regalo, ho pensato di lasciarvi con un sorriso , il sorriso di “Totò di Cefalù” e, l’invito, ogni giorno di portarlo in corsia, tra chi soffre per sostenerlo nella ripresa”

Di Venuta Donatella

La dottoressa Di Venuta Donatella nasce a Castellana Sicula (PA) il 27 Novembre 1955. Dopo le scuole primarie, frequentate nel paese natale, si trasferisce a Cefalù dove frequenta il Liceo Classico Mandralisca, conseguendo la maturità nel 1974. Nel novembre del 1981 si laurea, con il massimo dei voti, in Medicina e Chirurgia presso l’ateneo di Palermo. Sin dagli ultimi 2 anni di università, frequenta la divisione di Ostetricia e Ginecologia dell’Ospedale Civico di Palermo, dove nel 1985 conseguirà la Specializzazione in tale disciplina. Intanto svolge attività di Guardia Medica nei comuni di Castel di Lucio e, successivamente, Petralia Sottana e Castellana Sicula. Nel 1987 vince il concorso, per la figura di Assistente, presso il reparto di Ostetricia e Ginecologia dell’allora Ospedale G. Giglio di Cefalù dove, dopo pochi anni, vincendo un altro concorso, ricopre il ruolo di Aiuto Primario. Svolgerà tale attività, nel ruolo di Dirigente Medico di II livello, fino a Dicembre 2011, seguendo le vicende dell’Ospedale che intanto si trasferisce nella sede attuale diventando, dal 2008, Fondazione Giglio-San Raffaele. Da gennaio 2012, si sposta presso il DPSDB (Dipartimento di Salute della Donna e del Bambino) dell’ASP di Palermo, trasferendo sul territorio la propria attività specialistica. Svolgerà quest’attività, presso i Consultori Familiari di Castelbuono e Cefalù, fino al pensionamento, avvenuto a partire da ottobre 2017.

Fazzini Dora

La dottoressa Fazzini Dora è nata a Trieste il 25 Aprile 1942 ( allora non era un giorno festivo), è cresciuta a Trieste mentre c’era la guerra, fortunatamente troppo piccola per ricordare. Ha frequentato la Scuola Elementare, Media ed il Liceo Classico “F. petrarca” di Trieste. Dopo la maturità classica si iscrive all’Università di medicina e Chirurgia di Padova perchè a Trieste non c’era questa facoltà. Dopo 10 giorni dal conseguimento della laurea inizia a frequentare l’Ospedale Maggiore di Trieste come assistente volontaria (senza retribuzione), prima nel IV reparto e poi nel I reparto di medicina. Dopo aver sostenuto l’esame di stato per l’abilitazione, ha avuto l’incarico di assistente ufficiale (retribuito) nel II reparto di medicina. Dopo circa 1 anno è assunta a tempo indeterminato nel I reparto di Tisio- Pneumologia. Allora la tubercolosi polmonare era ancora presente e necessitava di reparti specialistici. Nell’Ottobre 1975 si sposa con un siciliano e si trasferisce a Cefalù. A Cefalù dopo la nascita della prima figlia inizia a lavorare all’Ospedale “G. Giglio” sempre in medicina , dopo 18 mesi di lavoro in ospedale inizia l’attività di medico di base che prosegue fino al 2009 anno in cui va in pensione per raggiunti limiti d’età. Da pensionata non svolge attività lavorative ma dato che ha sempre avuto la passione del canto si inserisce nel coro della parrocchia di S. Agata, chiesa della Calura. Afferma così la dott.ssa Dora: ” Dopo una vita trascorsa a curare i malati cantare insieme agli altri le lodi di Dio mi è sembrato splendido e liberatorio”

Ferrara Giuseppe

Il dottor Ferrara Giuseppe ,medico cardiologo in tutto il territorio, è nato nel 1929 a Palermo dove ha frequentato la scuola e si è laureato in Medicina e Chirurgia nel 1953. Dopo la Laurea ha frequentato come volontario i reparti di medicina, Chirurgia ed ostetricia dell’Ospedale Civico di Palermo. Nel 1960 si è trasferito all’Ospedale di Cefalù e successivamente ha posto la residenza in Cefalù. Nel 19643 ha conseguito la specializzazione in cardiologia, diventando l’unico cardiologo del territorio. Nel 1965, dopo la morte del dott. Giuseppe Giardina , al quale era molto legato, si è dimesso dall’ospedale “Giuseppe Giglio” di Cefalù e continua la libera professione a Cefalù . Dal 1999 è andato in pensione dedicandosi ad altre attività. non tralasciando l’esercizio della medicina. Si è’ sposato con la cefaludese Cerami Nunzia insegnante ora in pensione. Ha due figli: la grande Francesca insegnante al liceo linguistico; l’altro figlio Domenico medico specialista in nefrologia svolge la sua attività all’ospedale Cervello di Palermo. Oggi il dott. Ferrara è nonno di tre nipoti , due più grandi frequentano le scuole superiori e la più piccola la scuola materna.

Malandrino Raffaella

La dottoressa Malandrino Raffaella nasce a Salerno il 13 Dicembre1949. Si diploma al Liceo classico Istituto Mamiani Roma nel 1968 consegue la laurea con lode in Medicina e Chirurgia Università degli Studi di Roma nel 1975, consegue la specializzazione con lode in Clinica Pediatrica Università Cattolica del S.Cuore di Roma – Policlinico Gemelli nel 1979. Sarà assistente Universitario e Ricercatore Universitario della Clinica Pediatrica dell’Università Cattolica del S. Cuore di Roma ( Reparti di Emato-Oncologia Pediatrica, Neonatologia, I e II Infanzia) fino al 1991. Durante una vacanza in Sicilia, a Cefalù, conosce un imprenditore , Antonio Cannizzaro. Si sposano e subito dopo il matrimonio dà le dimissioni dal Policlinico Gemelli di Roma alla nascita di mio figlio Mattia, oggi 28 anni, Ufficiale della Marina Militare Italiana. Da allora e fino al dicembre 2012, data del pensionamento, ricopre l’incarico di Pediatra di famiglia presso la ASP Palermo, distretto di Cefalù, con ambulatorio a Campofelice di Roccella. Intensa attività assistenziale sul territorio e impegno costante, in collaborazione con ASL, Università di Palermo, APECEMAD (Associazione Pediatri Cefalù e Madonie),Scuole materne, medie e superiori, Lions Club, su temi di vaccinazioni, alimentazione, prevenzione su temi di droga, fumo, alcool. Dal 2013, dopo tre corsi di Perfezionamento in Nutrizione, presso le Università di Roma e di Genova (DMD DietaMimaDigiuno-Prolon-L-Nutra) , oggi si occupa di prevenzione e terapia, rivolta a bambini, adolescenti e adulti, delle malattie metabolichee cardiovascolari, obesità e fattori di rischio di malattie legati allo stile di vita e all’alimentazione. In collaborazione con la dott.ssa Castrovinci, biologa nutrizionista e la dott.ssa Giusi Piraino, psicologa psicoterapeuta, nell’ambito di Spazio Nutrizione-Cefalù

Scialabba Mauro

Il dottor Scialabba Mauro nasce a San Mauro Castelverde (PA) il 03 Settembre 1946.
Dopo aver conseguito la maturità presso il Liceo Classico Mandralisca di Cefalù, si inscrive alla Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’ Università degli Studi di Palermo dove si laurea nel 1979. Prosegue gli studi specializzandosi nel 1982 in Chirurgia Vascolare.
Nel 1989 consegue un’altra specialistica in Chirurgia d’Urgenza e Pronto Soccorso sempre presso l’ Università degli Studi di Palermo. All’ attività ospedaliera affianca l’ attività didattica, divenendo Professore associato di Patologia Chirurgica e Chirurgia Vascolare al Policlinico Universitario di Palermo e docente dei corsi di perfezionamento in Flebologia ed in Drenaggio Linfatico Manuale nella stessa. Nel 1998, dopo circa 18 anni di servizio a Palermo, si avvicina alla sua città d’adozione, Cefalù. In quegli anni l’ Ospedale di Cefalù, potè così vantare, per la prima volta, anche di alcuni posti letto dedicati alla chirurgia vascolare, divenuta poi Unità Operativa Complessa e centro multidisciplinare per il trattamento del piede diabetico della Fondazione San Raffaele G.Giglio di Cefalù che ha diretto come Responsabile fino al suo pensionamento. È sposato dal 1980 con Rosa Maria dalla quale ha avuto due figli: Matteo e Maurizia. Ha fatto del suo lavoro una missione di vita. Ricordato dai suoi pazienti per l’ umanità con la quale si relazionava con loro, per la professionalità e lo spirito di sacrificio che lo ha sempre contraddistinto fino all’ ultimo giorno di lavoro. Fondazione San Raffaele G.Giglio di Cefalù che ha diretto come Responsabile fino al suo pensionamento. 

Sorrentino Dario

Il dottor Sorrentino Dario nasce a Palermo il 25 Gennaio 1953 . Si laurea in medicina e chirurgia nel 1980 presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Palermo con tesi di laurea sulla “Flebografia degli arti inferiori”. Specialistica in Radiologia Diagnostica nel corso 1981-1984 presso la Scuola di Specializzazione di radiologia della Facoltà di Medicina e Chirurgia di Palermo, con tesi di specializzazione “Clisma opaco a doppio contrasto nei casi di colon irritabile”. Nel 1981 ha frequentato il servizio di radiologia dell’Ospedale San Lorenzo per un anno per effettuare il tirocinio ospedaliero obbligatorio. In questa sede ha la fortuna di conoscere il Dr. Claudio Costanzo che lo sprona a dedicarsi alla Diagnostica dell’Apparato digerente. Il 1° gennaio del 1983 prende servizio come Radiologo presso l’Ospedale “ S.S. Salvatore di Mistretta . Dario Sorrentino risiede a Cefalù dal 1983 ed è a Cefalù che sposa Velia Randisi. Dal loro matrimonio nascono due figli : Eva oggi avvocato e Lorenzo oggi Odontoiatra. Sorrentino ha frequentato anche Corsi di radiologia, tenuti dal Prof. Jacob Altaras, sulla diagnostica a doppio contrasto dell’intestino tenue e del colon presso l’Università “Justus Liebig” di Giessen in Germania. Il 5 febbraio del 1986 prende servizio come Radiologo presso l’Ospedale “ G.Giglio” di Cefalu’ In questo periodo di servizio presso l’ospedale di Cefalù il Dr. Sorrentino si è dedicato alla Radiologia Diagnostica ed all’ecografia sia internistica che muscolo scheletrica ,con un interesse maggiore sopratutto per la diagnostica dell’apparato digerente ,portando metodiche all’avanguardia nel proprio ospedale ed attirando quindi sia pazienti del comprensorio Madonita che di altre Provincie. La sua esperienza sulla diagnostica dell’apparato digerente l’ha trasmessa anche in ecografia con lo studio dei vari distretti dell’apparato digerente. Una stima fatta degli esami effettuati presso i due ospedali in questi anni di lavoro è di circa 45.000 esami ecografici e di circa 12.000 esami contrastografici .Si è sempre reso disponibile nei confronti degli operatori sanitari presenti nel proprio Ospedale facendosi ben volere . Ha sempre cercato di chiudere il cerchio dalla diagnosi alla terapia per i pazienti al fine di accorciare i tempi morti .Ha cercato sempre il lato umano della propria professione evitando di considerare il paziente non come una cosa ma come un essere umano : con le sue paure ,le ansie e le preoccupazioni che ne derivano Ha cercato di inculcare questi principi sia ai tecnici di Radiologia con i quali lui ha lavorato ,che ad i suoi colleghi ed ai medici più giovani che lo hanno seguito nella sua professione Non ha mai nascosto il suo sapere a nessuno anzi ha cercato di mettere i colleghi in condizione di imparare dalle sue esperienze visto che lui in prima persona è stato beneficiato dagli insegnamenti sia professionali che umani dai suoi principali maestri per la Radiologia il Professore Jacob Altaras e per l’ecografia il Dottore Andrea Stiatti . Il messaggio che voglio dare ora che sono in pensione ai giovani medici è quello innanzitutto di non fossilizzarsi in quello che si sa fare, perché ciò porta a non avere più stimoli e spegne a poco a poco la voglia di mettersi in gioco con nuove metodiche ,la curiosità e la tenacia sono le armi più importanti per provare il piacere del proprio lavoroIl Dr. Sorrentino ha anche altri interessi nel tempo libero ama curare la propria campagna, ha il piacere di andare a pesca e per finire suona in ruppo ,” Vanni 36” la batteria Si è ispirato nella professione e nella vita al gabbiano “JONATHAN” di Livingstone traendo un importante insegnamento di libertà di pensiero , talvolta di spregiudicatezza comunque oculata. Assistente di Radiologia presso l’Ospedale “G.Giglio” di Cefalù dal 5 Febbraio 1986 al 1990. Aiuto dal 1990 al 2018 ,in questo periodo, per tre volte riveste per mancanza del titolare ,il ruolo di Responsabile del Servizio di Radiologia. Ha un buon rapporto di lavoro con tutti i medici di Reparto e del Pronto soccorso chiedendo sempre la massima collaborazione al fine di una pronta e giusta diagnosi per i pazienti.Si è sempre reso disponibile nei confronti degli operatori sanitari presenti nel proprio Ospedale facendosi ben volere . Nel 1986 fu acquistato il primo ecografo per l’Ospedale “G.Giglio “ di Cefalù e questo diede l’input per prendere il Diploma in Ecografia internistica SIUMB, presso La scuola di specializzazione dell’Università di Firenze. In questo periodo di servizio presso l’ospedale di Cefalù il Dr. Sorrentino si è dedicato alla Radiologia Diagnostica ed all’ecografia sia internistica che muscolo scheletrica con un interesse maggiore sopratutto per la diagnostica dell’apparato digerente portando metodiche all’avanguardia nel proprio ospedale ed attirando quindi sia pazienti del comprensorio Madonita che di altre Provincie. La sua esperienza sulla diagnostica dell’apparato digerente l’ha trasmessa anche in ecografia con lo studio dei vari distretti dell’apparato digerente. Una stima fatta degli esami effettuati presso i due ospedali in questi anni di lavoro è di circa 45.000 esami ecografici e di circa 12.000 esami contrastografici. IL 31 Ottobre 2018 va in pensione. Il Dr. Sorrentino ha anche altri interessi nel tempo libero ama curare la propria campagna, ha il piacere di andare a pesca e per finire suona la batteria in gruppo ” Vanni 36” Si è ispirato nella professione e nella vita al gabbiano “JONATHAN” di Livingstone traendo un importante insegnamento di libertà di pensiero , talvolta di spregiudicatezza comunque oculata . Il messaggio che voglio dare ora che sono in pensione ai giovani medici è quello innanzitutto di non fossilizzarsi in quello che si sa fare, perché ciò porta a non avere più stimoli e spegne a poco a poco la voglia di mettersi in gioco con nuove metodiche ,la curiosità e la tenacia sono le armi più importanti per provare il piacere del proprio lavoro

 

Share this