Realtime blog trackingRealtime Web Statistics Bere olio e alloro è uno straordinario calmante? La risposta della medicina
Cefalunews

Bere olio e alloro è uno straordinario calmante? La risposta della medicina

Bere olio e alloro è uno straordinario calmante? I composti attivi più importanti dell’alloro sono il pinene ed il cineolo. L’alloro contiene anche oli essenziali che hanno un effetto calmante. Olio d’oliva e alloro sono due ingredienti che hanno proprietà e benefici ottimi per la nostra salute. abbinandoli si crea uno straordinario calmante. Olio d’oliva e alloro sono due ingredienti molto usati in cucina. Non tutti sanno, però, che insieme diventano un calmante naturale perché posseggono proprietà e benefici ottimi per la nostra salute. Ecco perché dalla loro unione si ottiene un vero e proprio rimedio naturale che si trasforma in calmante ma anche in valido aiuto per proteggere l’organismo, stimolare il cervello. In molti casi è anche un vero e proprio antidolorifico. Le foglie di alloro, in particolare. sono un potente antisettico naturale perché ricche di vitamina A, vitamina C e di acido folico. Le foglie di alloro si possono utilizzare, quindi, contro spossatezza fisica ma anche per combattere l’insonnia. Sono un ottimo digestivo perché contrastano i gas intestinali. Aiutano in presenza di mal di pancia. Alleviano i dolori mestruali e sono utili contro le bronchiti croniche.

MIGLIORI INTEGRATORI PER DIMAGRIRE: ORA IN OFFERTA SPECIALE
CLICCA QUI

Come si prepara olio e alloro? Per preparare questo rimedio occorrono 30 grammi di foglie di alloro e 250 ml di olio d’oliva. Macinare le foglie secche fino a ridurle in poltiglia,. Versarle in un barattolo a chiusura ermetica con l’olio d’oliva. Fare macerare per almeno 2 settimane in un luogo fresco e asciutto. Trascorse le 2 settimane rimuovere le foglie e aggiungerne delle altre da far macerare per altre due settimane. Prima di usare quest’olio occorre filtrarlo. Questo unguento naturale è anche commestibile. Bevendone qualche goccia o utilizzandolo come condimento nei pasti è un ottimo calmante, rinforza il sistema immunitario, protegge il colon, migliora l’appetito. Applicandolo com unguento sulle zone interessate serve a calmare dolori articolari. Massaggiando con quest’olio le tempie, invece, si cura e allevia anche il mal di testa.

Quali sono i benefici dell’alloro? L’alloro contiene oli essenziali quali geraniolo, cineolo, eugenolo, terpineolo, fellandrene, eucaliptolo, pinene. Contiene anche vitamine A, B, B1, B2, B3, B6, C. L’alloro fornisce anche sali minerali come potassio, rame, calcio, manganese, ferro, selenio, zinco, magnesio. Gli effetti benefici dell’alloro sono diversi. E’ un naturale aperitivo perché stimola l’appetito ma è anche un buon digestivo perché una buona sua tisana dopo i pasti migliora la digestione. L’alloro è un ottimo rimedio contro i dolori di stomaco ma anche contro il meteorismo. L’alloro è consigliato contro emicrania, dolori reumatici, dolori articolari e meteorismo. E’ ideale contro i dolori mestruali. Un infuso di alloro è molto utile in caso di insonnia, stress, nervosismo, sindrome premestruale. L’alloro aiuta a liberare le vie respiratorie ed è consigliato soprattutto in caso di sinusite. E’ un ottimo rimedio contro le infiammazioni del cavo orale e l’alitosi. L’alloro fluidifica le secrezioni bronchiali e calma la tosse grassa. Questa benefica pianta si può anche utilizzare quale blando rimedio contro gli attacchi di diarrea. L’alloro contribuisce alla buona salute della vista grazie alla vitamina A. Mantiene attivo il sistema immunitario grazie alla vitamina C. E’ un ottimo antiossidante in quanto riduce l’effetto dannoso dei radicali liberi. L’alloro è un antitumorale perché in particolare sembra inibire il tumore ai polmoni. L’alloro è un buon diuretico che aiuta la purificazione dei reni. Aiuta a regolare anche il metabolismo grazie alla vitamina B. Tra i benefici dell’alloro quello di regolare la pressione sanguigna. Attenzione: queste informazioni sono a scopo informativo. Prima di assumere rimedi naturali all’alloro rivolgersi al proprio medico.