Realtime blog trackingRealtime Web Statistics «Non mangiate questi cibi a pranzo»: ecco i consigli della medicina
Cefalunews

«Non mangiate questi cibi a pranzo»: ecco i consigli della medicina

L’elenco dei cibi da non mangiare a pranzo è lungo. Abbiamo fatto una ricerca per farvi conoscere i cibi che più di altri vanno evitati a pranzo. Si tratta di cibi che possono appesantire il proprio apporto calorico quotidiano, portandolo verso l’alto. In altre parole cibi che fanno parlare di abuso alimentare che si traduce in aumento di peso, accumulo di colesterolo, problemi cardiaci, malattie dell’apparato digerente, diabete e molto altro ancora. Impostare una classifica non è però semplice, poiché in gioco vi sono anche altri fattori come la qualità delle materie prime, il metodo di cottura, la presenza di salse o condimenti, la frequenza del consumo e molto altro ancora. Ci siamo quindi concentrati sul dato calorico ed ecco la classifica.

I fast food costituiscono un rischio per la salute? Il fast food, ovvero “cibo veloce”, è un sistema di ristorazione rapido. I tipici piatti da fast food sono costituiti da hamburger e patatine fritte, hot dog, cotolette, pizze, sandwich, kebab, fish and chips. Questi cibi sono accompagnati da salse, come senape, maionese e ketchup e spesso da bibite zuccherate e gassate. Questi cibi apportano poche fibre, sali minerali e vitamine. Introducono nel corpo, inbece, grassi e zuccheri raffinati, aumentando così il rischio di obesità. Questi cibi contengono acidi grassi trans, responsabili della riduzione di colesterolo buono in favore di quello cattivo, spianando così la strada a diabete e malattie cardiovascolari.

I cibi pronti e veloci da cucinare provocano il diabete? Spinacine, crocchette di pollo, bastoncini di pesce e tutti quei cibi già pronti o veloci da cucinare contengono grassi saturi, grassi trans (grassi idrogenati), zuccheri raffinati, sale, additivi, conservanti, coloranti chimici in quantità sproporzionata rispetto a quanto indicato dalla più recenti Linee Guida per una sana alimentazione. Un consumo frequente di questi cibi porta ad assumere una quantità eccessiva di queste sostante nocive per la salute. I rischi sono obesità, malattie cardiovascolari, diabete ma anche alcuni tipi di cancro e di disturbi dell’umore fino alla vera e propria depressione, così come documentato da diversi studi clinici.

Panini imbottiti: quali rischi si corrono per la salute? Occorre fare attenzione ai panini che sono spesso imbottiti con alimenti molto grassi, come salumi e formaggi. Per evitare di ingerire troppe calorie e di affaticare eccessivamente la digestione, quindi, è meglio scegliere quelli più leggeri, ad esempio con verdure e carne magra. Ai classici sandwich ai salumi e/o ai formaggi bisogna ricorrere solo in occasioni particolari, quando non si può proprio scegliere qualcosa di più sano. Insaccati e formaggi non vanno mangiati più di due volte la settimana. Per contenere le calorie, infine, è importante anche sapere scegliere il pane giusto.

Le insalatone fanno ingrassare? Sono molte le persone che a pranzo, quale alternativa al tradizionale panino, preferiscono e scelgono le insalatone. Naturalmente la verdura, cruda o cotta, va benissimo. Bisogna però fare attenzione al condimento, alle salse e agli ingredienti che vengono aggiunti all’insalata. Un solo cucchiaio d’olio, per esempio, fornisce 90 calorie. Il consiglio, quindi, è quello di mettere poco olio, magari usando più aceto, che non fornisce calorie. Sono da evitare le salse come la maionese e vanno, quindi scelte le insalatone con pochi ingredienti. Evitare quelle che mischiano un po’ di tutto come wurstel, formaggio, prosciutto, uova e tonno.