Realtime blog trackingRealtime Web Statistics Cosa succede a chi mangia tutti i giorni le mele cotte? Incredibile
Cefalunews

Cosa succede a chi mangia tutti i giorni le mele cotte? Incredibile

Cosa succede a chi mangia tutti i giorni le mele cotte? Attenzione fanno ingrassare. La frutta cotta è più gustosa e maggiormente digeribile ma contiene più zuccheri semplici, che se consumati in eccesso possono favorire l’aumento di peso. La cottura, soprattutto quando avviene nel forno, fa perdere acqua alle mele e dunque a parità di peso gli zuccheri del prodotto rapidamente assimilabili dall’organismo, risultano più elevati a svantaggio della linea e della salute. Attenzione perché questi stessi zuccheri possono provocare anche i picchi della glicemia, che a loro volta stimolano un maggiore rilascio da parte del pancreas dell’insulina, che favorisce il deposito di grassi e predispone a molti disturbi come il diabete, la sindrome metabolica, l’ipertensione, il colesterolo alto e il sovrappeso.

Quali sono i benefici delle mele cotte? Le mele cotte sono più digeribili. Per questo vengono consigliate a chi ha problemi di salute nello stomaco e nell’intestino. Sono infatti di facilissima digestione e assimilazione da parte del nostro corpo. Attenzione perché le mele cotte sono delle vere e proprie medicine naturali. La cottura, infatti, fa perdere loro alcune proprietà come la vitamina C ma ne fa acquistare altre che possono tornare utili in alcune situazioni. Le mele, per esempio, dopo essere state sottoposte a cottura acquistano doti lassative che possono tornare particolarmente utili a chi non va regolarmente in bagno o chi ci va con difficoltà a causa della stipsi.

Le mele cotte sono indicate per chi soffre di emorroidi? Certo. Le mele cotte sono indicate anche per chi soffre di emorroidi. Se consumate crude, infatti, le mele hanno un’azione astringente. Quando vengono mangiate cotte, invece, risultano essere un ottimo rimedio naturale contro la stipsi e la comparsa di emorroidi. Per questo basta cuocere alcune mele nell’acqua aggiungendoci un po’ di miele. In questo modo è possibile attenuare notevolmente i fastidi generati dall’insorgenza delle emorroidi, in quanto le feci risulteranno più morbide e si avvertirà meno dolore durante l’evacuazione. Tra i frutti che aiutano chi soffre di emorroidi troviamo anche i kiwi, le ciliegie e l’uva.

Le mele cotte vanno bene in gravidanza? Certo. Mangiare le mele cotte fa bene anche alle donne che sono in gravidanza quando fisiologicamente molte donne tendono a soffrire di stipsi. Il consiglio, quando si cucinano le mele per combattere la stipsi, è di metterle sul fuoco con una discreta quantità di acqua in modo tale che, oltre a mangiare il frutto, si possa anche bere il dolce liquido che viene fuori dalla loro cottura. Le mele cotte sono anche un buon rimedio contro l’acidità di stomaco. Le mele cotte sono ottime per chi cerca un dolce che eviti preparati con zuccheri raffinati.

Le mele cotte combattono influenza e raffreddore? Certo. Le mele cotte sono un rimedio anche per combattere i primi sintomi di influenza e raffreddamento. Le mele cotte sono uno dei rimedi naturali più efficaci quando si è in presenza di sintomi influenzali. Per prepararle, è bene si sappia, occorre scegliere le mele biologiche. Questo frutto è quello per cui vengono utilizzati più pesticidi. Spezzettarle con tutta la buccia. Aggiungere un bel po’ di acqua prima di metterle in un pentolino su fuoco per circa 5-10 minuti. Per dare quel pizzico di sapore in più occorre aggiungere anche una spruzzatina di cannella.