Realtime blog trackingRealtime Web Statistics Cosa succede a chi mangia 40 grammi di cioccolato al giorno? Ecco l'incredibile risposta
Cefalunews

Cosa succede a chi mangia 40 grammi di cioccolato al giorno? Ecco l’incredibile risposta

Cosa succede a chi mangia 40 grammi di cioccolato al giorno? Mangiare 40 grammi di cioccolato fondente al giorno sarebbe la dose giusta per favorire la circolazione delle gambe e aiutare i soggetti claudicanti a camminare di più, meglio e soprattutto muoversi in modo più spedito. A stabilire tutto questo è stato uno studio condotto da un gruppo di ricercatori italiani della Società Italiana di Medicina Interna. La ricerca è stata portata avanti presso la I Clinica Medica dell’Università Sapienza di Roma. Ai partecipanti sono stati somministrati 40 grammi di cioccolato fondente al giorno per un anno intero. Alla fine della sperimentazione, è arrivata la scoperta: i pazienti, infatti, riuscivano a camminare più speditamente e più a lungo senza alcuno aiuto. 

Cosa succede a chi mangia 6,7 grammi di cioccolato al giorno? Chi mangia 6,7 grammi di cioccolato al giorno previene infiammazioni e malattie cardiovascolari. A scoprilo è stata una ricerca italiana condotta dall’Università Cattolica di Campobasso in collaborazione con l’Istituto tumori di Milano. I risultati della ricerca sono tassativi sulla quantità: i grammi devono essere proprio 6,7. Il cioccolato deve essere fondente e non si deve superare questa dose giornaliera perché altrimenti scompaiono i benefici in quanto in quanto c’è un eccesso di calorie introdotte nel nostro organismo. Il discorso non vale per il cioccolato bianco e nemmeno per quello al latte in quanto proprio il latte annullerebbe questi benefici.

Cosa succede a chi mangia 70 grammi di cioccolato fondente al giorno? 70 grammi di cioccolato fondente al giorno potrebbero ridurre i leucociti in uomini sovrappeso di mezza età, favorendo la normale funzione dell’endotelio, il tessuto che riveste la superfice interna dei vasi sanguigni, linfatici e del cuore. A scoprirlo sono stati alcuni ricercatori olandesi dell’Università di Wageningen. Hanno effettuato una studio somministrando a dei pazienti 70 grammi al giorno di cioccolato fondente per 4 settimane. Alla fine la bella scoperta. I flavonoidi del cioccolato fondente contribuiscono al buon funzionamento circolatorio, dalle arterie al più piccolo dei capillari. Riducono persino il colesterolo in particolare quello cattivo.

Quali sono i benefici del cioccolato fondente? Il cioccolato fondente, ovvero il cioccolato composto da almeno il 45% di pasta di cacao, è in grado di prevenire una serie di disturbi: dall’ipertensione alla depressione, dalle patologie cardiovascolari all’insonnia. Il cioccolato fondente è in grado di proteggere l’organismo dalle cosiddette malattie cardiometaboliche, come il diabete di tipo 2 e il restringimento delle arterie, che possono causare attacchi di cuore. Il cioccolato fondente contiene triptofeno l’ormone del buonumore e della felicità. La presenza di questa sostanza, insieme a quella dell’anandamide, rende il cioccolato fondente un ottimo alimento anti-depressivo che fa bene al sonno.

Il cioccolato fondente fa dimagrire? Il cioccolato fondente fornisce molti minerali: potassio, rame, zinco, magnesio e ferro. Offre anche l’acido valerico che riduce lo stress, contrastando il potere stimolante degli alcaloidi presenti, come la caffeina. Alcune ricerche rivelano che il incollato fondente potrebbe anche vere un potere dimagrante. merito del cacao che ridurrebbe l’espressione di alcuni geni coinvolti nel trasporto degli acidi grassi e l’incremento di altri responsabili del meccanismo che brucia calorie. In tal senso alcuni nutrizionisti raccomandano una dose giornaliera di 20 grammi di cioccolato rigorosamente fondente. Il consiglio è di rivolgersi al medico per conoscere quanto cioccolato mangiare al giorno.