Realtime blog trackingRealtime Web Statistics Cosa succede a chi beve il caffè con aglio? Ecco l'invenzione giapponese
Cefalunews

Cosa succede a chi beve il caffè con aglio? Ecco l’invenzione giapponese

Cosa succede a chi beve il caffè con aglio? Beve il caffè giapponese scoperto da Yokitomo Shimotai che è il papà di un caffè che viene regolarmente venduto in Giappone. E’ una bevanda che sta spopolando nel paese nipponico perché ha il sapore del caffè ma al suo interno c’è solo aglio biologico. Questo caffè giapponese, infatti, non contiene né caffè, né caffeina ma chi l’ha provato giura che il sapore sia proprio quello della famosa bevanda scura. La scoperta è arrivata per un piccolo incidente di percorso. Tutto, infatti, è nato quando accidentalmente è stata bruciata una bistecca che era stata aromatizzata con aglio tritato mescolato con acqua calda. Bevendo questo miscuglio si è visto aveva lo stesso sapore del caffè.

Come si beve il caffè con aglio? Basta comprare le bustine, che vengono vendute come quelle del tè, immergerle in acqua bollente ed ecco avere fra le mani il buon caffè giapponese. Alla sua produzione si è arrivati dopo alcuni esperimenti portati avanti per anni. Oggi il prodotto viene venduto regolarmente dopo che ne è stato depositato anche il brevetto. In un forno viene arrostito tanto aglio che una volta raffreddato viene triturato. Vi si aggiungono i chiodi di garofano e si crea così una miscela aromatizzata. Chi beve questo caffè assicura di non avere nessun alito cattivo, come in genere accade a chi mangia aglio, perché questo viene arrostito.

Quali sono i benefici del caffè con aglio? I benefici del bere caffè con aglio sono tanti. L’aglio, infatti, possiede tante proprietà benefiche. E’, infatti, il più potente antibatterico naturale in grado di abbassare la pressione sanguigna ma anche il colesterolo. Uno studio inglese ha dimostrato che assumere integratori di aglio ogni giorno per 12 settimane riduce il numero degli episodi di raffreddore del 63%. Mangiare aglio elimina le tossine, tonifica l’apparato circolatorio e, secondo uno studio portato avanti su un gruppo di dipendenti di un’azienda di batterie d’auto, l’aglio riduce anche i livelli di piombo nel sangue del 19%. Il caffè giapponese è davvero buono.

Cosa succede a mangiare aglio a stomaco vuoto? Mangiare aglio a stomaco vuoto apporta tanti benefici al corpo che vengono meno quando viene mangiato, invece, cotto. Mangiare aglio a stomaco vuoto, per esempio, agevola una buona digestione, combatte l’inappetenza e mantiene perfettamente funzionanti fegato e vescica. Mangiare aglio è anche indicato in caso di diarrea perché l’aglio sembra favorire lo sviluppo di un’adeguata flora batterica intestinale. Mangiare aglio agisce sull’umore perché può avere effetti positivi per tenere sotto controllo lo stress e il nervosismo. Tutto questo perché favorisce la produzione da parte dell’organismo di serotonina, che viene comunemente chiamato l’ormone della felicità.

E’ vero che mangiare aglio rafforza il sistema immunitario? Certo. L’aglio, infatti, è un antibatterico naturale perché contiene l’allicina che è un principio attivo capace di avere la meglio su virus, funghi, parassiti, vermi e tossine. Questa sostanza favorisce anche il benessere e la disintossicazione. Ecco perché mangiare aglio rafforza il sistema immunitario. Si tengono così lontani quei malanni di stagione che si chiamano influenza, raffreddori, tosse e affezioni delle vie respiratorie. Mangiare aglio rallenta l’azione dei radicali liberi e ritarda così l’invecchiamento cellulare. Secondo uno studio cinese mangiare aglio crudo due volte a settimana riduce il rischio del cancro ai polmoni.