Realtime blog trackingRealtime Web Statistics Perché il formaggio non va conservato accanto alle verdure? Risponde la medicina
Cefalunews

Perché il formaggio non va conservato accanto alle verdure? Risponde la medicina

Perché il formaggio non va conservato accanto alle verdure? Anche se confezionato, il formaggio non deve rimanere a contatto con verdure e legumi non lavati, in quanto potrebbero verificarsi contaminazioni batteriche tra la terra residua presente sui vegetali e il formaggio. Il formaggio è un alimento molto suscettibile alla contaminazione microbiologica che può arrivare da altri alimenti presenti nel frigorifero. Per questo è bene stare attenti alle verdure e ai legumi non lavati, ma anche alle uova e alla carne. Il consiglio è di evitare il contatto diretto del formaggio con altri alimenti. Il consiglio è di conservare la frutta e la verdura in frigo negli appositi cassetti. Il formaggio, invece, va avvolto da carta alimentare o meglio conservato negli appositi contenitori.

Che cosa è la contaminazione dei cibi? La contaminazione dei cibi può avvenire in molti modi. Frutta e verdura possono contaminarsi se lavate o irrigate con acqua contaminata da feci animali o umane. La Salmonella può contaminare le uova dopo aver infettato il sistema ovarico delle galline. I batteri del genere vibrio, normalmente presenti nelle acque, vengono filtrati e concentrati dai frutti di mare. Le infezioni possono essere trasmesse dal cibo ma anche durante la fase di manipolazione e preparazione degli alimenti. In genere il sistema interessato dalle tossinfezioni alimentari è quello gastrointestinale. Si manifestano con nausea, vomito, crampi addominali e diarrea. I sintomi si risolvono nell’arco di poco tempo.

Come conservare il formaggio? Uno degli errori più comuni nella conservazione del formaggio è avvolgerlo con la pellicola trasparente, oppure riporlo a contatto diretto con la plastica. tutto questo è da evitare perché si impedisce al formaggio di respirare. In più il formaggio è costituito per lo più da oli e grassi che in breve tempo assorbiranno il sapore della plastica. La soluzione migliore, invece, è conservare il formaggio in fogli di carta alimentare. La carta, infatti, essendo porosa protegge il formaggio dall’esposizione all’aria ma gli consente allo stesso tempo di respirare. Attenzione, infine, perché la carta non deve essere né troppo stretta, né troppo abbondante.

E’ vero che bisogna togliere il formaggio dal frigo due ore prima di mangiarlo? Perché il formaggio preservi tutto il suo sapore ed il suo gusto occorre toglierlo qualche ora prima di servirlo per riportarlo a temperatura ambiente. Attenzione perché se il formaggio ha trasudato un po’ ed è leggermente umido si può asciugare con un panno o con della carta da cucina. Attenzione perché tutto questo è importante specialmente se il formaggio è sottovuoto. Proprio il sottovuoto, infatti, è nemico del formaggio perché non lo fa respirare anche se ne aumenta proprio la conservazione. Ultima accortezza. Non congelare mai il formaggio.

Bisogna separare i diversi tipi di formaggio? Bisogna fare molta attenzione al modo in cui vengono risposti i formaggi in frigo. Per conservare al meglio le diverse tipologie di formaggio bisogna tenerli separati. I formaggi diversi non devono mai stare a contatto fra loro. Il consiglio è di conservarli in contenitori separati sempre mantenendo la giusta areazione. Attenzione quando compare un po’ di muffa sulla pasta del formaggio. In questi casi basta eliminare la prima fetta. Il formaggio, infine, non deve mai essere congelato perché la successiva decongelazione ne altererà la struttura della pasta e ne comprometterà le caratteristiche gustative e olfattive.