Cosa succede a chi mangia alloro crudo? Ecco l’incredibile risposta

Cosa succede a chi mangia alloro crudo? Mangiare alloro crudo fa bene alla salute. Le foglie fresche di alloro sono una fonte importante di vitamina C. Questa vitamina è una dei più potenti antiossidanti naturali in grado di contrastare l’azione dei radicali liberi. La vitamina C ha effetti anti-virali, stimola il sistema immunitario e favorisce la guarigione delle ferite. Le foglie di alloro fresche e verdi sono una buona fonte di acido folico e contengono la vitamina A che è indispensabile per il mantenimento della salute della vista, della pelle e delle mucose. Le bacche fresche di alloro hanno effetti antinfiammatori, emostatici e astringenti. Sono molto efficaci per reumatismi, artrite, dolori muscolari e per la ripresa dell’uso delle articolazioni dopo ingessature.

Le foglie di alloro sono velenose? Il laurus nobilis è una pianta sicura. Le foglie di alloro che utilizziamo comunemente, fresche o secche, non sono velenose e nemmeno tossiche. Attenzione, però, perchè esiste una specie di alloro assai tossica che non è usata a scopo alimentare. E’ la pianta di alloro lauroceraso che al suo interno contiene acido cianidrico. Questo acido è un liquido incolore, volatile ed estremamente velenoso, riconoscibile per lo spiccato odore di mandorla amara. Ad alte concentrazioni l’acido cianidrico è rapidamente mortale. Le dosi fatali sono state fissate a 200-400 ppm (circa 200-400 mg/m3) per inalazione. Per ingestione, però, ne bastano anche 50 mg.

Quali sono i benefici delle foglie di alloro? Le foglie di alloro sono antisettiche, antiossidanti, anticancro, astringenti, digestive, rilassanti, diuretiche ed espettoranti. Le foglie di alloro aiutano la digestione, distendono i muscoli tesi o contratti, stimolano l’appetito, aumentano le difese immunitarie, combattono il senso di stanchezza e altro. Le foglie di alloro si possono utilizzare sotto forma di infuso per problemi digestivi, flautolenza, scarso appetito, dolori mestruali, contratture muscolari, dolori muscolari, influenza o raffreddore, bronchite, stanchezza, nervosismo, alitosi, infiammazione del cavo orale. L’infuso di alloro viene impiegato per alleviare i dolori di stomaco causati dalle coliche, aiuta la digestione e l’espulsione dei gas dall’apparato gastro-intestinale.

Come si prepara l’infuso di alloro? Occorrono 30 grammi di foglie secche di alloro e dell’acqua. fare bollire l’acqua e aggiungere le foglie essiccate. Lasciare tutto sul fuoco per qualche minuto. Spegnere e coprire il pentolino facendo riposare la bevanda fino a che non si è raffreddata. Una volta raffreddata occorre filtrare e servire. Se si vuole migliorare il gusto dell’infuso di alloro si possono aggiungere alcune gocce di limone. Una variante dell’infuso di alloro, infatti, si prepara aggiungendo anche della buccia di limone essiccata da far bollire insieme alle foglie di alloro.  La tisana di alloro aiuta a chi soffre d’insonnia.

Le foglie di alloro fanno bene alle pelle e ai capelli? I principi attivi contenuti nelle foglie di alloro aiutano la pelle secca ed evitano la comparsa di rughe. Grazie al potere cicatrizzante e antinfiammatorio delle foglie di alloro si possono utilizzare per far guarire piccole ferite. Si possono anche utilizzare per problemi alla pelle come rossori, irritazioni, orticaria e punture di insetti. Un ultimo risciacquo a base di infuso di foglie di alloro per i capelli, inoltre, è un efficace trattamento per combattere la forfora. Il tè all’alloro, per esempio, è considerato un buon rimedio per arginare la caduta dei capelli.

Torna in alto