Realtime blog trackingRealtime Web Statistics Cosa succede a chi beve molto aceto di mele? Ecco l'incredibile risposta
Cefalunews

Cosa succede a chi beve molto aceto di mele? Ecco l’incredibile risposta

Cosa succede a chi beve molto aceto di mele? Chi beve molto aceto di mele va incontro a danni all’esofago ma anche ad altre parti del tratto digerente. Gli effetti negativi si possono avere anche sullo smalto dei denti. Bere molto aceto di mele, secondo gli esperti, può portare ad una riduzione della della densità ossea e potrebbe anche ridurre i livelli di potassio. Bere molto aceto di mele potrebbe creare interferenze con l’assunzione di alcuni farmaci. È sconsigliato, infatti, quando si prendono farmaci per malattie cardiache e contro il diabete ma anche quando si assumono diuretici e lassativi. Il consiglio è di diluirne 1-2 cucchiai in un bicchiere d’acqua da sorseggiare ai pasti non più di 2 volte al giorno.

Cosa si può bere senza molti limiti? Senza molti limiti si può bere della buona acqua. Si può bere acqua, infatti, in qualsiasi momento della giornata. Chi conduce uno stile di vita sedentario, deve bere 9 bicchieri d’acqua al giorno. Chi segue un’attività fisica, invece, dovrà bere dai 10 agli 11 bicchieri di acqua. Chi svolge attività fisica intensa, infine, dovrà arrivare a bere quasi 14 bicchieri di acqua al giorno. Bere acqua aiuta a perdere peso, a ricaricarsi di energia, rende più sana la pelle, depura l’organismo e migliora il rendimento sportivo. Bere acqua, è bene sapere, fa bene al cervello, ai reni, alla digestione e anche al cuore.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Piperina e Curcuma PLUS, l'unico integratore che ti fa perdere peso

Cosa bisogna evitare di bere per la propria salute? Bisogna evitare di bere le bottiglie di acqua aromatizzata al sapore di fiori o di frutta. Viene propagandata perché contiene vitamine o di sali minerali. In verità di vitamine e sali minerali questa acqua aromatizza ne contiene in minime quantità. Contiene in genere, invece, coloranti e conservanti. La maggior parte di marche di acqua aromatizzata, inoltre, contiene molto zucchero e altri dolcificanti. Molte volte la acqua aromatizzata è più simile ad una bibita analcolica che alla buona acqua minerale. Oltre allo zucchero, inoltre, si possono trovare anche succhi di frutta concentrati, aromi, acidificanti, conservanti e anche coloranti.

Quali sono i benefici del bere aceto di mele? Bere aceto di mele nelle giuste quantità fa bene perché è composto per circa il 90% di acqua. Il buon aceto di mele contiene minerali come il potassio e vitamine. Se usato regolarmente ha proprietà diuretiche e aiuta a bruciare i grassi in eccesso. Il buon aceto di mele si può utilizzare sulle punture di zanzara. Un cucchiaio di aceto mele in mezzo bicchiere d’acqua è una soluzione per gargarismi, in caso di leggera infiammazione della gola. Per alleviare il mal di testa, infine, fare i vapori con acqua e aceto di mele.

Come riconoscere un buon aceto di mele? Per riconoscere un buon aceto di mele occorre prestare attenzione all’etichetta. E’ preferibile acquistare quello ottenuto con il metodo francese, da mele intere, e non con gli scarti, con un ph fra il 5,5 e il 6, perché è più delicato e meno aggressivo per lo stomaco. Il buon aceto di mele è biologico, ottenuto da buccia, polpa e torsolo,  non filtrato e non pastorizzato. Il buon aceto di mele sul fondo forma un sedimento torbido, proprio per la presenza della madre dell’aceto. L’aceto di mele limpido ha perso le sostanze che lo rendono prezioso.