Realtime blog trackingRealtime Web Statistics Cosa rischia chi beve succo di limone per 15 giorni? Ecco la risposta
Cefalunews

Cosa rischia chi beve succo di limone per 15 giorni? Ecco la risposta

Cosa rischia chi beve succo di limone per 15 giorni? Chi beve succo di limone per 15 giorni va incontro a bruciore di stomaco, presenza di ulcere, nausea, vomito, emicrania ma anche aumento della diuresi. Tutto questo perché il succo di limone va sempre diluito in acqua non gassata. Solo così il corpo li assume in maniera mirata. In caso contrario, con il succo concentrato di limone, il corpo ha difficoltà a digerire i micronutrienti e si rischia un sovraccarico del sistema con conseguente espulsione del succo di limone. Ecco perché bisogna sempre diluire il succo di un limone in almeno mezzo litro di acqua. Bere al mattino, per 15 giorni, succo di limone diluito in un bicchiere d’acqua aiuta a disintossicarsi.

Cosa bere senza problemi per 15 giorni? Si può bere una tisana di zenzero e limone per depurare reni e intestino. Questa tisana aiuta a sgonfiare la pancia, a drenare i liquidi in eccesso e a depurare i reni e l’intestino. Occorrono 2 cm di radice fresca di zenzero e 1 cucchiaio di succo di limone. Mettere in un pentolino 250 ml di acqua e la radice di zenzero sbucciata a piccoli pezzetti. Fare bollire per circa 8/10 minuti, cercando di coprire il pentolino con un coperchio. Filtrare l’infuso versandolo in una tazza e dopo 5/6 minuti aggiungete un cucchiaio di succo di limone. La tisana è pronta.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Piperina e Curcuma PLUS, l'unico integratore che ti fa perdere peso

Cosa non bere per 15 giorni? Bisogna evitare di bere i succhi di frutta prodotti con concentrati. Questi succhi possono contenere sostanze chimiche incerte e zuccheri superflui. I succhi di frutta, inoltre, sono spesso trattati con delle sostanze chiamati chiarificanti per rendere il succo limpido e chiaro. I chiarificanti sono a base di proteine animali, come l’albumina d’uovo, le caseine, la colla d’ossa, la colla di pesce e la gelatina. Ci sono anche chiarificanti sintetici, nylon e poliammidi, e inorganici come bentoniti, i silici colloidali e acidi saliaci. I chiarificanti non sono considerati ingredienti e quindi, dovete sapere, non c’è l`obbligo di riportarli in etichetta.

Quali sono i benefici del limone? Il limone favorisce la digestione, stimola la funzione del fegato e dell’intestino, usato insieme al bicarbonato, aiuta a sbiancare i denti, lenisce scottature e punture d’insetti, funziona bene come disinfettante di primo intervento, sulla pelle è ottimo come antiacne, anti eczema e contro le macchie dell’età. Il limone, inoltre, disintossica e depura in quanto stimola l’attività di fegato e cistifellea. Il limone è anche di supporto contro i calcoli, renali e biliari ed aiuta , infine, a eliminare i parassiti intestinali. Il limone contiene delle fitosostanze che, secondo alcuni studi, sembrano rallentare la crescita delle cellule tumorali.

Come preparare la limonata? Spremere 6 limoni grandi per ottenere circa 400 ml di succo. Per fare in modo che si spremano più facilmente bisogna premerli contro una superficie piana e farli rotolare. A questo punto tagliarli a metà e spremili. Ruotare il limone mentre lo si spreme con lo spremiagrumi per estrarre quanto più succo possibile. Per riuscire a estrarre ancora più succo dai limoni, scaldali nel microonde per 10-20 secondi prima di spremerli. La limonata, infine, si può servire con del ghiaccio e con la scorza o una fetta di limone sul bicchiere. Conservare la limonata avanzata in frigorifero.