Realtime blog trackingRealtime Web Statistics Cosa succede a chi mette l’aglio nel water tutte le sere? Ecco il trucchetto della nonna
Cefalunews

Cosa succede a chi mette l’aglio nel water tutte le sere? Ecco il trucchetto della nonna

Cosa succede a chi mette l’aglio nel water tutte le sere? Sbucciate uno spicchio d’aglio e mettetelo nel water. E’ bene fare tutto questo la sera prima di andare a dormire quando proprio il water viene utilizzato di meno. Con questo trucchetto della nonna l’aglio pulisce a fondo il water. Nel water, infatti, prosperano abitualmente più di un milione di batteri. Sarebbe bene, dunque, usare spesso un igienizzante e chiudere la tavoletta ad ogni utilizzo.L’aglio aiuta a mantenere igienico il proprio water grazie al suo effetto antimicrobico e antimicotico. L’aglio, infatti, contiene anche una sostanza chiamata allicina che protegge da parassiti e batteri. Con questo semplice trucchetto della nonna, quindi, si dovrebbero sopprimere i tantissimi batteri che proliferano proprio nel water.

Quali sono gli oggetti che contengono più batteri? Il sito belga PassionSanté.be ha stilato una vera e propria classifica degli oggetti più sporchi che contengono più batteri. Ai primi posti c’è la tastiera del computer dove si annidano batteri fino a 400 volte in più rispetto all’asse del water. A seguire il telefono cellulare che è un nido di batteri sempre a contatto con mani e viso. Sullo schermo dello smartphone si depositano oltre 100 volte più germi della tavoletta del water. Alcuni causano infezioni intestinali come i batteri e altri infezioni respiratorie come i virus. Tra i posti con più batteri il telecomando, lo spazzolino e il phon.

Quali sono le proprietà e i benefici dell’aglio? L’aglio è ideale per prevenire influenza, malattie cutanee e raffreddori. L’aglio è anche un ottimo e infallibile disinfettante per l’intestino. In uno spicchio d’aglio, infatti, si trovano principi attivi curativi di notevole efficacia come allicina, zolfo e le vitamine del gruppo B. Per questo ha anche proprietà antielmintiche contro gli ascaridi e gli ossiuri, antimucolitiche, ipotensive, espettoranti, digestive, carminative, antisettiche, ipoglicemizzanti. L’aglio è anche in grado di regolare il colesterolo cattivo alto migliorando così il rapporto tra colesterolo LDL e colesterolo HDL. L’aglio, infine, aiuta anche nelle infezioni croniche causate dalla Candida albicans e in quelle dell’apparato respiratorio.

Come utilizzare l’aglio in cucina? L’aglio si può utilizzare quale ingrediente di alcune ricette ma anche come ingrediente. L’aglio può essere utilizzato con differenti gradi di intensità. Quando viene utilizzato l’aglio in camicia il suo spicchio viene preso con tutta la pellicina che lo riveste. Nell’aglio spellato, invece, lo spicchio viene utilizzato senza la pellicina che lo riveste. Se si ha bisogno dell’aglio schiacciato, invece, lo spicchio viene spellato e schiacciato. L’aglio si può utilizzare anche a fette, tritato e senza l’anima. In questo caso viene tagliato a metà e privato del germoglio centrale, con l’effetto complessivo di essere anche più digeribile.

Come mangiare aglio tutti i giorni? Si può inserire uno spicchio d’aglio tagliato a fettine nella pentola a inizio cottura. Si può strofinare uno spicchio d’aglio su una fettina di pane casereccio leggermente tostato. Si può anche nascondere uno spicchio d’aglio intero in mezzo alle verdure o ai piatti di pesce. L’aglio crudo può essere tossico e per questo non si deve mai eccedere nelle dosi. Per aumentare l’intensità dell’aglio occorre inciderlo o tagliarlo. In questo caso il suo aroma diventa più forte verso il cuore dello spicchio stesso. Per avere i suoi tanti benefici l’aglio va mangiato fresco in quanto quando è secco non presenta molti benefici.