Il cioccolato fa male al fegato? La verità lascia tutti senza parole

Non tutti sanno che grazie ad alcuni cibi naturali si possono avere tanti benefici per la salute. Il cioccolato piace a tutti. Ma è vero che fa male al fegato? La verità lascia tutti senza parole. Cercheremo di spiegarvi cosa succede quando si mangia il cioccolato. Quali rischi si corrono con il fegato? Quest’ultimo ha un ruolo importante. Espande le proteine, produce il colesterolo,  racchiude all’interno vitamine e minerali.

La malattia più grave che colpisce il fegato è la cirrosi epatica. Per far restare pulito il fegato e non farlo ammalare lo dobbiamo tenere privo di tossine. Per questo c’è bisogno di una corretta alimentazione. E’ necessario, per questo, seguire una dieta sana ed equilibrata. Ecco alcuni alimenti che fanno bene al fegato. La curcuma lo depura. Il carciofo è disintossicante. Gli asparagi proteggono ne proteggono le sue molecole.

Teobromina. Il cioccolato contiene la teobromina. Questa sostanza a dosi elevate può affaticare il fegato. In una barretta al cioccolato fondente da 100 grammi, ritroviamo 600-1800 mg di teobromina. La teobromina presa in grosse quantità può produrre tachicardia, tremori muscolari, attacchi, battito cardiaco irregolare, emorragia interna o infarto. In genere l’’intossicazione a base di teobromina si caratterizza per una forte iperattività. La teobromina, inoltre, può avere anche alcuni effetti dimagranti.

Polifenoli. Nel cioccolato si trovano i polifenoli. I polifenoli proteggono le cellule dai danni causati dai radicali liberi. I polifenoli proteggendo le cellule contro l’attacco diretto da carcinogeni. I polifenoli come sostiene il sito www.humanitas.it sono in grado di tenere sotto controllo i livelli di colesterolo. I polifenoli hanno anche capacità antibatteriche, antipruriginose, antiparassitarie e citotossiche. Solitamente, è bene aggiungere e chiarire, l’assunzione di polifenoli risulta tollerata dal nostro organismo.

Feniletilamina. E’ un ormone che si trova in piccole quantità anche nel cioccolato. I livelli di questo ormone sono elevati nel cervello delle persone innamorate. La Feniletilamina aumenta dopo uno sforzo fisico. Per questo fa sì che lo sport eserciti un effetto benefico sul tono dell’umore. In genere si riscontra una carenza di Feniletilamina nel 60% delle persone depresse. L’integrazione di Feniletilamina allevia sintomi della depressione nel 60% dei pazienti.