Come bere la birra per evitare l’ipoglicemia? Incredibile

Non va bevuta a stomaco vuoto. Se bevuta a digiuno spinge il fegato a sospendere la sua capacità di produrre glucosio. Tutto questo può causare episodi di ipoglicemia anche molto gravi.

Chi è diabetico può bere la birra?

Se il diabete è ben controllato si possono bere modeste quantità di birra ma sempre durante i pasti per controllare la glicemia. Quanto più basse sono le quantità di questa bevanda consumate da un diabetico minori sono i rischi di esiti correlati a cuore e ictus multipli. La birra ha indice glicemico pari a 110, inferiore solo a quello dello sciroppo di mais. Ecco perché è considerato un alimento a elevatissimo indice glicemico che può scatenare la glicemia. Le persone che soffrono di diabete devono seguire alcune prescrizioni alimentari per non peggiorare la loro condizione di glicemia.

Cosa contiene la birra?

Una delle materie prime di questo alimento è il luppolo. Funge da conservante per conferirle l’aroma ed il sapore unici. Il luppolo è stato usato come pianta medicinale per molto tempo perché contiene dei composti fenolici. Alcune ricerche ne hanno anche evidenziato le proprietà antitumorali. In particolare le sue infiorescenze che vengono utilizzate nel processo di birrificazione. Tra i più abbondanti troviamo lo xantumolo che è un ingrediente della birra luppolata. Proprio questa sostanza, secondo alcune ricerche, sembra inibire la proliferazione e la vitalità delle cellule tumorali umane di carcinomi mammari, ovarici e di tumori del colon.

La birra fa ingrassare?

Al contrario di quanto sostengono in molti questa bevanda non dovrebbe fare ingrassare. È un alimento poco calorico anche se alza la glicemia. Attenzione perché tutto dipende dal tipo che assumiamo. Le calorie infatti possono variare dalle 28 alle 60 e più. Tra le bevande alcoliche è quella meno calorica in assoluto. Bere un po’ di birra, sempre con moderazione e durante i pasti, può essere di aiuto per prevenire le malattie del cuore. Lo hanno scoperto alcuni ricercatori tedeschi. Un moderato consumo di birra sembra avere un effetto anti-infiammatorio. Per questo farebbe diminuire la concentrazione di due proteine infiammatorie che aumentano il rischio di problemi cardiaci.

Cosa succede a chi beve troppa birra?

Il rischio maggiore è di diventare un alcolista. La maggior parte delle persone che hanno questo tipo di problema tendono a negare e non lo ammettono. Con l’avanzare della dipendenza ci si trascura sempre di più nell’aspetto e nell’igiene. Ecco le conseguenze per chi beve troppa birra e diventa un alcolista:

  • Mutamenti dell’umore.
  • Difficoltà di concentrazione.
  • Frequenti vuoti di memoria.
  • Fa confusione su discorsi o avvenimenti recenti.
  • Trascura la propria casa.