Mangiare 2 pere 2 ore dopo i pasti. Cosa succede al cuore, alla glicemia e al colesterolo

Sono dolci e succose. Ricche di acqua ma povere di grassi e calorie. Contengono Vitamina C, B e K. Fanno bene all’apparato cardiovascolare, alle ossa, all’intestino e al sistema immunitario. e perfino alla pelle, donandole tono ed elasticità. Sono ricche di antiossidanti che rallentano l’invecchiamento cellulare.

Quando mangiare le pere?

Alcuni siti internet consigliano di mangiarle lontane dai pasti. Non andrebbero mangiate prima di dormire. Apportano molti zuccheri nel corpo che possono aumentare la glicemia nel sangue. Possono anche causare a formazione di gas intestinali e rallentare la digestione. Il consiglio è di mangiarle come spuntino di metà mattina o pomeriggio. Evitano di arrivare troppo affamati al pranzo o alla cena. Le pere possiedono un potere dissetante.

Quante pere posso mangiare al giorno?

Sebbene le pere abbiano un alto contenuto di fibre, vitamina C e diversi minerali, assumerne troppo non fa bene alla salute. Se mangi troppe pere potrebbero provocare effetti lassativi e causare gravi disturbi in quanti soffrono di problemi intestinali. Sttenzione quando si ha la colite ma anche quando si soffre della sindrome del colon irritabile. Rischio anche con il diabete. Il consiglio è di non mangiarne mai più di 2 al giorno.

Che vitamina contengono le pere?

Le pere sono anche un concentrato di C e K. La C è un potente antiossidante e stimolatore immunitario che previene i danni cellulari causati da composti dannosi chiamati radicali liberi. La K, o naftochinone, ha un ruolo importante nel processo di coagulazione del sangue. Assicura infatti la funzionalità delle proteine che mantengono in forma le ossa. In tutto il mondo la sua carenza provoca mortalità anche e soprattutto infantile.

Quali sono i benefici delle pere?

Rafforzano il sistema immunitario. Favoriscono la salute del cuore. Combattono il diabete. Mantengono in salute le ossa. Aiutano a perdere peso. Migliorano la digestione e combatte la costipazione. Prevengono alcuni tipi di cancro. Prevengono l’aterosclerosi. Contrastano l’ipertensione. Favoriscono la diuresi. Hanno un effetto saziante e aiutano la pelle.

Le pere fanno bene alla glicemia?

Per il controllo della glicemia bisogna non eccedere nel mangiare questa frutta. Hanno un indice glicemico di 30. Con la glicemia alta bisogna evitare di assumerle perché apportano il 9% di zuccheri. Non mangiarne più di due al giorno. Vanno mangiate 2 ore dopo i pasti principali. Chi ha la glicemia alta non deve mai mangiarle a pranzo o a cena soprattutto quando si consumano cibi con alto indice glicemico. Non bisogna eccedere nella quantità se non si vogliono avere problemi col diabete.