Me and them e noi e Loro: due libri che a soli tre giorni dal lancio scalano le classifiche di Amazon e fanno il giro del mondo

Io e Loro   è stato best seller Amazon in tre categorie per quasi un mese.
Me and Them, Io e loro: Amore, Sensualità & Erotismo (Regular Edition) è il libro in Inglese di Antonello Di Carlo (Autore), Sabrina Morelli (Autore), Maria Concetta Borgese (Autore). Il poeta e scrittore Antonello Di Carlo (recente vincitore del premio Termini D’Arte), madonita residente in Emilia Romagna, lo consociamo bene, per i suoi riconoscimenti internazionali e per l’amore per la sua terra. Questa volta lo incontriamo ad esplorare nuovi straordinari e particolari Mondi …  “Confesso – dice – che per il sottoscritto, in qualità di coautore, non è stata cosa agevole e semplice presentarVi questa nuova raccolta di poesie intitolata “Io e loro”, il cui titolo e contenuti potrebbero a primo acchito apparire più eterogenei e sconsacranti di quanto in realtà lo siano. Pertanto, per rispetto dei lettori, e, soprattutto per il fatto che più di me, che mi fregio di essere profondo conoscitore e amico delle altre due autrici e affidabili compagne di “viaggio”, nessuno conosce la loro poetica e il loro animo fin nei meandri più intimi che soltanto la presenza di “un’affinità elettiva”, di cui mi onoro d’essere fonte e destinatario, sarebbe capace di garantire. Il mio compito qui sarebbe quello di presentare con atonica obiettività quest’opera, ma ahimè se Vi dicessi di esserci riuscito, sarei un pessimo bugiardo. Del resto, essendo parte in causa, come si può svolgere questo compito estraniandosi da un qualcosa che fa parte di me, dall’ontologismo stesso delle mie esperienze, delle emozioni e delle passioni? È impossibile!. Pertanto, consapevole che mai potrò essere obiettivo, mi conforta il fatto che sarò me stesso, e, nel farlo, sono assolutamente certo di essere paradossalmente più vero e disincantatamente equanime di qualunque altro stimato collega chiamato a svolgere tale compito…
Fatta la doverosa e quanto mai opportuna premessa, adesso entriamo nel pieno di quella che per i motivi che tra poco leggerete, mi sento di potere definire, certo di non cadere in errore, “Silloge”, anche se di fatto sarebbe più giusto presentarla con il termine di raccolta di poesie.
Lo faccio proprio partendo dalle donne, queste meravigliose e indispensabili mogli, sorelle, amiche, compagne ed amanti che sanno meglio degli uomini che quando la passione si contrappone all’apatia dell’indifferenza e si traduce in vitalità dinamica, etica e artistica può essere solo frutto di una figura femminile, o quantomeno, in ciò che di essa vi è una grande presenza. In questa audace raccolta di Maria Concetta Borgese, di Sabrina Morelli e dello scrivente stesso, l’ancestrale e tanto dibattuto concetto di amore ed eros, si confronta con la lucida ragione e con le rigide regole che ne governano la sua causa-effetto, per dirla come lo stimato amico-poeta Duilio Papi -prendo in prestito il titolo di una sua pregevole silloge- con il nostro “Quotidiano spalmato”. Nella poetica autoriale che mi accingo ad argomentare emergono, con altezzosa e disinvolta maniera, la figura della donna, che ho cercato di interpretare sotto le sue infinite sfaccettature, l’amore morale, moralizzante e, comunque, sotto il profilo teleologico, sempre catartico, di Maria Concetta Borgese che spingendosi sempre al di là dello scontato, del banale, dell’ovvio e delle apparenze, ruggente assale e ammalia il lettore; dulcis in fundo è la volta di Sabrina Morelli, che per certi versi, rappresenta il momento conclusivo di una sorta di viaggio poetico ed estetico che inizia con il momento contemplativo-descrittivo inaugurato dai miei versi, in cui affronto la fenomenologia femminile in tutta la sua interezza, si prosegue con l’amore e il suo potente e mai scontato potere evocativo di Maria Concetta Borgese, la quale nello stesso ben vede ed interpreta un finalismo cosmico che, al contempo, non può non presupporre di un inizio cosmico. Così, giunti al giro di boa, ci si imbatte in quella che è la componente più fascinosa ed ammaliante di un viaggio, ove questa parola vuol dire anche percorso conoscitivo ed esperienza amorosa, fatta di travolgente edonismo che solo poche cose al mondo sono capaci di donare come l’eros.
La ποίησις (poiesis-poetica) qui è “elegiaca”, “platonica”, “saffica”, accompagnata da una casualmente ed inspiegabile energia, il cui flusso e le cui morbide vibrazioni raggiungono la mente, il cuore e i sensi. Elemento comune ai tre autori che traspare nelle singole scelte programmatiche e stilistiche è, come già accennato prima, quella che coltiva in sé la matrice persuasiva di un contesto sempre aperto, logico e maieutico”. Questo assioma concettuale ben si evince dai versi delle poesie che gli autori propongono nel libro”.
Gli altri autori
Maria Concetta Borgese Maria Concetta Borgese nata a San Pier Niceto, consegue il diploma di maturità Classica presso il liceo Classico G. Meli di Palermo. Si laurea in chimica presso l’università degli studi di Palermo, con 110/110 e la lode. Dopo la laurea, insegna chimica e Merceologia e Scienze Matematiche.
Sabrina Morelli Sabrina Morelli è nata e vive a Roma. Ha conseguito studi classici e poi giuridici, non ha mai esercitato la professione forense, al contrario è stata sempre appassionata d’informatica ma ciò che le piace più di ogni altra cosa è scrivere.
QUI IL LINK PER ACQUISTARE IL LIBRO