Un treno per ripercorrere l’esodo giuliano dalmata. Da Trieste a Taranto

10 febbraio – 27 febbraio

A quasi vent’anni dall’approvazione della legge 30 marzo 2004, n.92, che istituì il Giorno del Ricordo, il “Treno del Ricordo” si prepara a attraversare l’Italia da nord a sud, commemorando la tragedia degli italiani e delle vittime delle foibe, nonché l’esodo degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra.

Promosso dal Ministro per lo Sport e i Giovani e co-finanziato attraverso la Struttura di missione per gli anniversari nazionali ed eventi sportivi nazionali e internazionali, il progetto è realizzato dal Gruppo FS e dalla Fondazione FS Italiane. In collaborazione con il Ministero dell’Istruzione e del Merito, Ministero della Cultura, Ministero della Difesa, Rai Teche, Istituto Luce, Istituto Regionale per la Cultura Istriana-Fiumana-Dalmata (IRCI), Rai Cultura e Rai Storia.

Dal 10 al 27 febbraio, il convoglio storico toccherà tappe significative in città come Trieste, Venezia, Milano, Torino, Genova, Ancona, Bologna, Parma, La Spezia, Firenze, Roma, Napoli e Taranto. In ciascuna di queste località, il pubblico avrà accesso gratuito a una mostra multimediale allestita in quattro vagoni del treno.

Il percorso ideale di questo viaggio si propone di ricordare e onorare le donne e gli uomini che, nel secondo dopoguerra, furono costretti a lasciare le loro città, le loro case e le loro terre per preservare la loro identità italiana. Un atto di memoria collettiva che, come sottolineato dal Presidente della Repubblica Italiana Mattarella, si pone come “un affronto alle vittime e alle loro famiglie e un danno inestimabile per la coscienza collettiva di un popolo e di una nazione.”

Programma del Treno del Ricordo:

  • 10 febbraio: TRIESTE centrale, binario 1 (inaugurazione dalle ore 14:30 alle 18:00)
  • 11 febbraio: TRIESTE centrale, binario 1 (apertura al pubblico dalle ore 9:00 alle 18:00)
  • 12 febbraio: VENEZIA S. Lucia, binario 14
  • 13 febbraio: MILANO Porta Garibaldi, binario 1
  • 14 febbraio: TORINO Porta Nuova
  • 15 febbraio: GENOVA Piazza Principe
  • 17 febbraio: ANCONA
  • 18 febbraio: BOLOGNA centrale, binario 6 ovest
  • 19 febbraio: PARMA
  • 20 febbraio: LA SPEZIA centrale
  • 22 febbraio: FIRENZE Santa Maria Novella, binario 16
  • 24 febbraio: ROMA Ostiense, binario 1
  • 25 febbraio: NAPOLI centrale
  • 27 febbraio: TARANTO

All’interno del treno, una mostra multimediale racconta la storia dell’esodo giuliano dalmata attraverso testimonianze, filmati di repertorio e originali, fotografie e masserizie fornite dall’Istituto Regionale per la Cultura Istriana-Fiumana-Dalmata (IRCI). Il percorso della mostra, suddiviso in quattro sezioni (Italianità, Esodo, Viaggio del dolore, Ricordi di una vita), sarà aperto gratuitamente in ogni stazione.



Torna in alto