Cefalù: a maggio si vota per le elezioni comunali

Voglio scrivere a proposito di votazioni. Nel prossimo mese di maggio andremo a votare per l’elezioni comunali della nostra città di Cefalù. Auspico un deciso e sopratutto utile cambiamento. Mai in questa città eravamo arrivati cosi in basso, mai potevamo immaginare cinque anni fa che con gli attuali dirigenti politici si potesse arrivare ad essere una città priva di spina dorsale; una città dove i servizi ci stanno lasciando uno dopo l’altro; una città in balia di chi non si rende conto che la sta distruggendo. Mi auguro che i nostri concittadini prima di votare chiunque esso sia stavolta capiscano che non ci sono margini di ripresa qualora sbagliassimo a votare. Entreremo in un vortice senza fondo. Speriamo in una persona che pensi al cambiamento, che pensi a migliorare i servizi, che cerchi di lavorare pensando al bene comune. Auspico un giovane cefaludese che ami questa città e che con la collaborazione di tutti ci aiuti a far rinascere questo paradiso chiamato Cefalù. Abbiamo bisogno di gente in grado di capire che il lungomare deve essere rifatto. Il lungomare è il fiore all’occhiello, la presentazione, la carta da visita di ogni città che aspira a fare turismo. Tra 18 mesi avremo un resort club med a 5 tridenti mai come adesso urge un cambiamento, mai come ora abbiamo bisogno di persone in grado di capirlo. Il rifacimento del lungomare, il restyling delle zone limitrofe e il minimo che un buon amministratore deve fare. Basta incapacità, basta manie di protagonismo. Abbiamo bisogno di gente che vuole fare, di gente che lavori per il bene pubblico, e non di persone che pensano solo alla poltrona e ad apparire senza concludere nulla. Cefalù deve tornare ad essere la perla del Tirreno. Deve tornare ad essere rispettata da chi usa la politica per danneggiarla ogni giorno di più.

Giuseppe Aquia

Torna in alto