Realtime blog trackingRealtime Web Statistics Sotto il fieno la polstrada scopre mezza tonnellata di rame
Cefalunews

Sotto il fieno la polstrada scopre mezza tonnellata di rame

Brillante operazione della Polizia Stradale della Sottosezione di Buonfornello. Scoperto un ingente quantitativo di rame in un capannone agricolo. Gli Agenti della squadra di Polizia giudiziaria guidati dal Sov. capo Fernando Rufino, coordinati dal comandante Ispettore capo  Francesco Giambelluca, durante apposito servizio atto alla prevenzione dei furti di rame, hanno effettuato una perquisizione all’interno di un capannone sito all’interno di un’area agricola in località Garbinogara, agro del comune di Collesano, rinvenendo, ben occultato sotto ad alcune balle di fieno, un unico cavo di rame, utilizzato per la posa a terra, del diametro di 2,5 cm. e dal peso di ben 480 chilogrammi che rivenduto al mercato nero avrebbe fruttato diverse migliaia di euro. Nell’occasione veniva deferito all’Autorità Giudiziaria di Termini Imerese per il reato di ricettazione, il proprietario del predetto capannone. Sono in corso indagini volti ad accertare la provenienza del del rame rinvenuto.

Il Ministero dell’Interno, proprio per prevenire questo fenomeno ha istituito un Osservatorio nazionale sui furti di rame presso il dipartimento della Pubblica sicurezza, direzione centrale della Polizia criminale, l’Osservatorio agisce secondo il principio della cosiddetta ‘sicurezza partecipata’. Il fenomeno dei furti di rame colpisce società operanti nel settore dei trasporti, dell’energia e delle telecomunicazioni, e anche aziende elettrotecniche e elettroniche attive nella produzione e nell’utilizzazione di beni prodotti con l’impiego di rame. Questi furti, oltre a provocare l’interruzione di pubblici servizi essenziali con ripercussioni di natura economica e sociale di particolare rilievo, possono avere conseguenze per quanto riguarda la sicurezza e l’ordine pubblico.

L’Osservatorio nasce quindi per monitorare il fenomeno e mantenere alto il livello di attenzione delle istituzioni preposte alla tutela dei beni e della sicurezza del cittadino.
Intanto è stato firmato, lo scorso novembre a Roma presso il palazzo Viminale, dal capo della Polizia Franco Gabrielli alla presenza del ministro dell’Interno, il rinnovo del “Protocollo d’intesa contro i furti di rame”. Alla firma era presente anche il presidente dell’Osservatorio nazionale furti di rame, il vice capo della Polizia Antonino Cufalo. L’obiettivo del Protocollo è quello di rafforzare la sinergia tra il sistema della sicurezza pubblica e le aziende private che erogano servizi di pubblica utilità e che subiscono danni di notevole entità con i furti (fonte Ministero Interno).

img-20161210-wa0006