Cosimo e il sogno di poter realizzare una piscina a Cefalù

Fa sport dall’età di sette anni e ha continuato a praticarlo fino ad oggi. Proprio in questo ambito ha deciso di realizzarsi perché è la sua passione e unico campo in cui pensa di poter esprimere fino in fondo se stesso. Cosimo Rinaudo è un impiegato e padre di 52 anni. Ultimamente si occupa di portare avanti il progetto della scuola nuoto gestita dall’associazione sportiva di cui è vicepresidente, non trascurando tuttavia l’allenamento e la partecipazione ad occasionali gare. «Il mio obiettivo futuro più a breve termine – commenta – è di far partecipare i miei giovani allievi ai diversi circuiti di gara del campionato italiano». Tra i suoi obiettivi anche quello di battere alcuni suoi personali record. La doppia traversata del golfo di Cefalù di 50 minuti, la quintupla doppia traversata del golfo di Cefalù che qualche anno fa ha realizzato per un totale di 20 km e, infine, la Tusa-Cefalù.

Cosimo Rinaudo è nato a Cefalù da una famiglia di pescatori nella zona della vecchia marina. Fin da bambino si è cimentato in varie attività acquatiche, imparando a nuotare all’età di quattro anni, e effettuando la prima traversata del golfo di Cefalù all’età di sette anni, grazie all’appoggio e agli insegnamenti di Antonino “Don Nino” Giardina. Negli anni ha continuato a gareggiare con diverse squadre. Ha conseguito vari brevetti e allargato le proprie conoscenze in materia grazie anche a confronti importanti come quelli con le vari nazionali europee. Tutt’oggi continua con lo stesso entusiasmo a portare avanti il sogno di vedere realizzata una piscina a Cefalù.