Seconda Festa d’Autunno oggi a Tusa

Il mese di ottobre, nonostante sia un mese autunnale, periodo nel quale le foglie cadono, ha invece visto un fiorire rigoglioso di manifestazioni più o meno importanti sulla scia della manifestazione “Ottobrando” di Floresta. Infatti altri paesi del Messinese e non, quali Cesarò, Ramacca, Alcara Li Fusi, Sinagra, Capizzi, Rometta, e chi più ne ha più ne metta (scusate la rima) è stato un continuo proliferare di sagre del suino, dei funghi, addirittura del tartufo, della pasta cucinata in tutti i modi, insomma un menù da fare invidia a tutti i ristoranti presenti sulla guida Michelin!!! Non mancano neanche i dolci (sagra del cioccolato) , la frutta (fichi d’india, castagne) il pane, addirittura in un paese sono andati a tirare fuori dal cassetto (della dispensa naturalmente) la mostarda .
Meno male che la Sicilia è ricchissima di tradizioni eno gastronomiche e gli organizzatori delle varie manifestazioni non hanno dovuto spremersi le meningi più di tanto nel tirare fuori dal cilindro la sagra del “qualunque cosa basta che si mangi e si beva gratis, o quasi!”
Come se non bastassero le nostre tradizioni, siamo andati a scopiazzare anche oltre i nostri confini, ed ecco le tante “Oktober Fest” a base di fiumi di birra e di qualunque cibo, da strada e non, sempre nel massimo rispetto del motto “mangia e bevi che ti passa tutto”, non so se esiste davvero questo motto, ma è così.
Addirittura da qualche parte (non dico dove ma purtroppo è facile da capire ) hanno tirato fuori la festa del panettone, perché è notorio che noi in Sicilia abbiamo una grandissima tradizione, plurimillenaria, del panettone!!!!
Ma la cosa ancora più sorprendente (neanche tanto però), è che a queste manifestazioni partecipano sempre migliaia di persone, famiglie intere, con passeggini, e neonati compresi.
Pertanto quando ho ricevuto il Comunicato da parte del Comune di Tusa, che annunciava, anche lì la festa di qualcosa, ho sorriso amaramente, ed ho pensato, “ecco mancava solo Tusa”.
Riflettendo, però, prima di leggere il comunicato che accompagnava la locandima della manifestazione, mi son chiesto che cosa ci fosse a Tusa da festeggiare che non fosse già stato festeggiato altrove, e poi come potesse un piccolo Comune come Tusa, competere con le sopracitate mega feste.
Ed in effetti, poi, scendendo nel dettaglio, mi sono accorto che la festa d’autunno del Comune di Tusa, non è la scorpacciata di carne arrosto, funghi, SPAGHETTI, SALSICCE E MACCHERONI, niente di tutto questo.
La festa d’autunno del Comune di Tusa è “solamente” un piccolo viaggio alla riscoperta di noi stessi, immergendoci nella natura che ci circonda a poche centinaia di metri dalle nostre case, ma che sembra irraggiungibile per noi uomini e donne di oggi, travolti dai problemi e totalmente soggiogati da telefonini e diavolerie varie e di cui quasi ignoriamo l’esistenza.
Ma guarda cosa si sono andati ad inventare, una passeggiata, sicuramente salutare, nel bosco di Tardara, addirittura per molti a piedi, (non preoccupatevi, per quelli non avvezzi alle scarpinate come il sottoscritto, c’è a disposizione la navetta gratuita). A respirare una boccata di aria pura ed incontaminata, ricca di ossigeno, gratuitamente offerto dal principale sponsor della manifestazione, “il bosco” con le sue querce secolari e la sua flora variegata che non aspetta altro che di essere visitata ed ammirata in tutto il suo splendore . Se la giornata lo permetterà, si potrà godere anche di panorami mozzafiato, che spaziano da est ad ovest, da nord a sud, con lo splendido scenario delle Eolie, delle Madonie, della rocca di Cefalù, della costa fino a capo D’orlando.
Non sono previste sagre, non sono previste abbuffate di cibo, ma solo di natura e di salute. Per un giorno, la natura vi invita a mettere da parte gli smartphone, e ad indossare le scarpe da trekking, (per chi non le ha basta un semplice paio di scarpe da ginnastica), per un full-immersion in compagnia di tutti coloro che vorranno condividere l’iniziativa.
Certo, le pietanze e i prodotti tipici ci saranno anche qui, ma non saranno i protagonisti della giornata, saranno un gustoso complemento che contribuirà a rendere ancora più piacevole, se possibile, la giornata.