Dal 2,4% siamo potuti scendere al 2,04%

Nella negoziazione con l’Ue per il saldo della Manovra “dal 2,4% siamo potuti scendere al 2,04%”. Lo ha detto il premier Giuseppe Conte al termine dell’incontro a Bruxelles con il presidente della Commissione Ue Jean Claude Juncker. “Confidiamo di portare a casa una soluzione positiva”, ha aggiunto assicurando che comunque “reddito di cittadinanza e quota 100 partiranno nei tempi previsti”.

“Abbiamo aggiunto qualcosa nel piano dismissioni” – “Le stime tecniche ci hanno consentito di recuperare risorse e abbiamo costruito la nuova proposta. Eravamo stati particolarmente prudenti perché volevamo garantire a qualsiasi costo la realizzazione di queste misure. Abbiamo aggiunto qualcosa per esempio per quanto riguarda il piano di dismissioni e abbiamo realizzato questa nuova proposta”, ha aggiunto il premier precisando che “il deficit strutturale calerà” e che “la crescita sarà superiore alle nostre attese”.

“Con l’Ue clima proficuo, spero in un esito positivo” – In conferenza stampa, Conte ha spiegato di essere al lavoro “per evitare la procedura del debito. Il clima con l’Ue è molto proficuo, c’è un dialogo sereno e costruttivo e mi aspetto un esito positivo. La Commissione ha giudicato già in questa prima valutazione la nostra proposta significativa e importante”.

“Rispettiamo gli impegni, non tradiamo la fiducia degli italiani” – “Siamo un governo che rispetta gli impegni presi. Il mio governo vuole conservare la fiducia degli italiani ma è anche ragionevole – ha sottolineato il premier -. Nel momento in cui ci viene offerta la possibilità abbiamo messo sul piatto una proposta seria e ragionevole e confidiamo che questo negoziato possa concludersi nell’interesse di tutti con una soluzione positiva e condivisa”.

Fonti Ue: “Ora lavoro tecnico per valutare proposta Conte” – Serviranno alcuni giorni di lavoro tecnico per arrivare a una conclusione della trattativa con l’Italia sulla base della proposta portata oggi dal premier Giuseppe Conte a Jean Claude Juncker. E’ quanto spiegano fonti Ue dopo l’incontro. La proposta di Conte, spiegano fonti della maggioranza, è stata inviata solo poche ore prima dell’arrivo del premier a Bruxelles e sarà ora vagliata attentamente dai tecnici europei.

Vertice notturno a Palazzo Chigi, Conte: “Approveremo la Manovra prima di Natale” – Per fare il punto sulla situazione, in serata a Palazzo Chigi c’è stato un vertice a tre con il premier Conte e i due vicepremier Di Maio e Salvini. Dopo l’incontro i tre hanno lasciato insieme l’edificio per andare a cena. Gli emendamenti del governo alla Manovra, ha spiegato Conte ai giornalisti, arriveranno “nei prossimi giorni” e “confidiamo” di approvare in via definitiva il testo in Parlamento “prima di Natale”.