Il Real Cefalù domani in casa con la Cioli Ariccia

La squadra di casa è reduce da un buon pareggio, 3-3, in trasferta ospite della Roma C5. la Cioli  Ariccia ha battuto il Grosseto 2 – 0: “Giocheremo – dice  Marco Rossi – con tanta voglia di riscattare i due risultati negativi, tra Coppa e campionato, in un momento buono per noi, anche se non avremo Luciano Mendes, squalificato”.

Nelle gare precedenti dai comunicati delle due società:

La prima di ritorno ha visto gli uomini di mister Rinaldi in trasferta al PalaFrascati ospite della Roma C5. Una partita che guardando la classifica poteva sembrare abbordabile per i cefaludesi che durante il match sono stati abili a recuperare per ben due volte lo svantaggio in favore dei padroni di casa alla ricerca disperata di punti salvezza.

Lo starting five proposto da mister Rinaldi è stato il seguente: La Rocca, Guerra, Di Maria, Fabinho Lopez. Ai titolari del Cefalù ha risposto mister Di Vittorio con Tarenzi, Caique, Diaz, Bortoletto e Ghouati. Partono bene i padroni di casa che provano più volte a rendersi pericolosi davanti la porta di La Rocca. Recupero palla romana durante un’azione col portiere di movimento cefaluese, Tarenzi calcia subito una parabola che esce di poco sopra la porta sguarnita. Al minuto 9’:32’’ si sblocca il match con Caique che insacca alle spalle di La Rocca sugli sviluppi di un fallo laterale. Il Real esce fuori progressivamente e s’impossessa del pallino del gioco raggiungendo il pareggio a 3’ dalla conclusione della prima frazione con Guerra che esulta dedicando il gol alla figlia Clara nata lunedì scorso.

Il Real apre la seconda frazione come aveva concluso la prima e si porta in vantaggio con Lopez dopo 2’ di gioco. I padroni di casa prendono le redini del gioco organizzandosi molto bene in fase di attacco e approfittando di un Real un po in affanno trovano il pareggio con Di Scala al minuto 5’ e il vantaggio sei minuti dopo con Ghouati. Due gol che danno la scossa agli uomini di Rinaldi che grazie anche alla tipica azione in fase offensiva col portiere di movimento si fanno pericolosi in attacco e trovano in Fortuna l’uomo della giornata che lasciato solo al centro dell’area insacca alle spalle di Tarenzi e regala un punto ai suoi e il mantenimento dell’imbattibilità esterna.

Roma C5 – Real Cefalù 3-3

Roma C5: Tarenzi, Caique, Diaz, Bortoletto, Ghouati, Lo Conte, Silvitelli, Teramo, Gastaldo, Di Scala, Guto, Donadoni. Mister Di Vittorio.

Real Cefalù Uniolympo: La Rocca, Guerra, Di Maria, Lopez, Fabinho, Siragusa, Domino, Fortuna, Montelli, Mantia, Spagnolo, Molaro. Mister Rinaldi.

Reti: Caique 9:32 pt. (R), Guerra 17:30 pt. (C), Lopez 02:15 st. (C), Di Scala 5:00 st. (R), Ghouati 11:29 st. (R), Fortuna 16:17 st. (C).

Ammoniti: Ghouati, Diaz (R), La Rocca (C).

Cioli Ariccia-Valmontone C5 alle stelle. Peroni e Marchetti “archiviano” il Grosseto

ARICCIA – “L’entusiasmo è salito, la sconfitta di Prato è alle spalle e le ultime due vittorie sono state imporrati, contro formazioni, Roma e Grosseto, rinforzate e che giocano un buon calcio a 5”. In queste parole di Marco Rossi, preparatore atletico della Cioli Ariccia Valmontone, ci sono tutte le emozioni più sane, vissute dopo la vittoria per 2-0 della formazione amarantoceleste sull’Atlante Grosseto. Con una rete per tempo, quelle di Peroni e Marchetti, la Cioli supera un esame importante che la proietta ad un punto dalla zona Play Off.
Cosa è stato importante per sbloccare il match? “La pazienza”, afferma Rossi senza pensarci troppo su. “Il Grosseto si è presentato con una squadra diversa da quella che avevamo affrontato all’andata, facendo tanta pressione alta; bravo Piatti all’inizio a chiudere in due occasioni pericolose. Siamo usciti, con la nostra esperienza, con la qualità, abbiamo tenuto bene il campo. Abbiamo girato palla bene e siamo riusciti ad infilarli in velocità con Christian Peroni, con Raubo bravo a scaricare sul secondo palo. Nella ripresa loro sono partiti forte, è stata una gara di grande intensità. Abbiamo avuto molte occasioni, preso un palo con Kola. Poi Marchetti ha ribadito in rete una respinta del portiere. Loro hanno fatto otto minuti di portiere di movimento. Abbiamo gestito bene la gara, sbagliando anche una libera con Andrea Cioli”. 21 punti, ad una lunghezza dall’Aniene, ecco che effetto fa essere lì in alto: “Ci vediamo bene. Siamo partiti per salvarci… A questo punto ci crediamo e ci vogliamo credere fino alla fine. Stiamo lì, giocheremo e ci divertiremo. Affronteremo le big al PalaKilgour”. La prossima, prima della pausa, vedrà la Cioli Ariccia Valmontone impegnata a Cefalù, contro il Real: “Giocheremo con tanta voglia di riscattare i due risultati negativi, tra Coppa e campionato, in un momento buono per noi, anche se non avremo Luciano Mendes, squalificato”, chiude Marco Rossi.